GPR PRO STAND 1

GPR PRO STAND 1: Cavalletto sollevatore Made in Italy – Video

28/06/2012
2.122 Views
gpr-pro-stand-1_2

GPR grazie all’ottimo andamento delle vendite negli ultimi due anni, ha investito in ricerca e sviluppo ed ora arriva sul mercato il primo di una nuova famiglia di articoli, il cui primo protagonista è il GPR PRO STAND 1, che esula dal mondo scarichi, ma sempre legato all’ambito racing.

Il GPR PRO STAND 1 adatto per tutti i veicoli con pneumatici da 17” a 21” sarà in commercio da metà luglio al costo di 250 euro esclusa iva.

GPR PRO STAND 1 è l’innovativo cavalletto moto per ruota anteriore che è stato sviluppato dopo una profonda indagine di mercato nel settore delle Moto. Dopo aver analizzato sia le esigenze dei team professionisti che delle officine specializzate e sia le necessità dell’utilizzo del cliente privato, è stato finalizzato un prodotto innovativo ma universale, con ampie modalità di utilizzo.

GPR PRO STAND 1 Permette di bloccare la moto senza l’utilizzo e l’aiuto di nessun accessorio o persona, e consente di alzare la ruota anteriore con un semplice gioco di leve in modo da poter estrarre o visionare la ruota.

GPR PRO STAND 1 può essere montato su di un ponte sollevatore per moto, semplicemente fissandolo alla pedana con viti commerciali, e favorisce il sollevamento dell’intera moto garantendo una stabilità ed una sicurezza ineguagliabile, ideale sia per le officine e soprattutto durante i concitati momenti di gara dei Team professionisti nei paddock.

GPR PRO STAND 1 può essere utilizzato anche nel settore dei trasporti, in quando la moto una volta bloccata con il basculante non consente nessuna vibrazione e permette di trasportare la moto senza far subire nessuno shock e senza la lunga perdita di tempo dovuta ai vecchi metodi di ancoraggio con cinghie.
Tutto ciò permette soprattutto ai team di ridurre il numero di accessori da trasportare e quindi il peso totale sui TIR.

GPR PRO STAND 1 è anche il cavalletto ideale per il settore fuoristrada/cross, permette infatti di poter fare rapide manutenzioni ai box o cambio pneumatico e di poter movimentare la moto senza l’ausilio di altre persone.

Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi