Citroen C-Elysee WTCC Laterale

Citroen C-Elysée WTCC: con Sébastien Loeb alla conquista del Campionato del Mondo Turismo dal 2014

29/07/2013
1.327 Views
citroen-c-elysee-wtcc-tre-quarti-anteriore

Lo scorso 26 settembre, all’inaugurazione del Mondiale dell’Auto di Parigi, Frédéric Banzet, Yves Matton e Sébastien Loeb annunciavano una possibile partecipazione di Citroën al Campionato del Mondo Turismo. Poco prima la C-Elysée era stata mostrata per la prima volta agli obiettivi della stampa. Dieci mesi più tardi, questi due eventi si uniscono nuovamente, con la diffusione delle prime immagini della Citroën C-Elysée WTCC!

Grazie alla competenza della Marca per stile, messa a punto e qualità, la Citroën C-Elysée è una berlina del segmento C che si rivolge in particolare ai mercati internazionali in forte crescita come l’America Latina, il bacino del Mediterraneo, la Cina o la Russia. Accolta con entusiasmo dal pubblico, la Citroën C-Elysée supera già del 30% l’obiettivo iniziale di vendite, con quasi 30.000 ordini confermati.

“La scelta di C-Elysée come modello base per la versione WTCC dimostra la volontà di utilizzare la competizione come supporto attivo per il nostro sviluppo commerciale” spiega Frédéric Banzet, Direttore Generale di Citroën. “Con manche in America Latina, Marocco, Cina e Russia, il calendario WTCC è veramente mondiale. Far gareggiare una CElysée, auto simbolo della nostra crescita, di fronte a un pubblico appassionato di sport automobilistici, sarà una strategia vincente”.

“Dal punto di vista strettamente tecnico, una carrozzeria a tre volumi è ottima per l’aerodinamica: la C-Elysée risulta quindi la scelta perfetta”, aggiunge Xavier Mestelan-Pinon, Direttore Tecnico di Citroën Racing. “Inoltre siamo riusciti a installare i componenti senza complicazioni. Trattandosi della nostra prima auto per le gare su circuito, dobbiamo continuamente porci domande sulla correttezza delle scelte che facciamo, ma è questo che rende la sfida ancora più avvincente”.

Sugli pneumatici da 18”, ribassata al massimo, la C-Elysée WTCC è semplicemente impressionante. Il paraurti, con un profilo aerodinamico, sottolinea la griglia della calandra con il doppio Chevron. I parafanghi, ampliati sia nella parte anteriore sia in quella posteriore, contribuiscono all’aspetto sportivo della carrozzeria. Nella parte posteriore, l’alettone tiene l’auto ben salda sulla pista.

La Citroën C-Elysée WTCC ha lo stesso blocco motore 1.6 turbo a iniezione diretta di DS3 WRC. Con una flangia di sovralimentazione più ampia, la potenza raggiunge quasi i 380 cv. La trasmissione avviene solo sulle ruote anteriori tramite un cambio sequenziale a sei rapporti.

Dopo i primi giri di qualche giorno fa, la Citroën C-Elysée WTCC inizia un programma di prove di miglioramento. L’auto farà la sua prima comparsa in pubblico al Motor Show di Francoforte (12-22 settembre).

SCHEDA TECNICA C-Elysée WTCC

TELAIO
Struttura Scocca rinforzata con roll bar multipoint saldata
Carrozzeria Acciaio e materiale composito
MOTORE
Tipo Citroën Racing – 1.6 turbo iniezione diretta
Alesaggio x corsa 82×75,5 mm
Cilindrata 1598 cm3
Potenza massima 380 ch a 6000 giri/min
Coppia massima 400 N.m a 4500 giri/min
Potenza al litro 237,8 cv/L
Distribuzione Doppio albero a camme in testa 4 valvole per cilindro
Alimentazione Iniezione diretta pilotata con centralina Magneti Marelli
FRIZIONE
Tipo Doppio disco in carbonio
TRASMISSIONE
Tipo Trazione anteriore
Cambio Sequenziale a sei marce Sadev – Comando meccanico
Differenziale Meccanico autobloccante
FRENI
Anteriori Dischi ventilati 380 mm, pinze 4 pistoni
Posteriori Dischi ventilati 300 mm, pinze 2 pistoni
Ripartizione Regolabile dall’abitacolo
SOSPENSIONI
Tipo McPherson anteriori e posteriori
Ammortizzatori Regolabili
STERZO
Tipo Servosterzo idraulico
RUOTE
Dimensioni Cerchi 10×18’’ – Pneumatici Yokohama Ø 660 x 275
DIMENSIONI, PESO E CAPACITA’
Lunghezza / larghezza 4577 mm / 1950 mm
Passo 2700 mm
Carreggiata 1750 mm (anteriore e posteriore)
Serbatoio 50 litri
Peso 1100 kg minimo, con equipaggio (regolamento)

fonte: Comunicato Citroen

Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi