Mercedes Sprinter 4x4-16

Mercedes Sprinter 4×4: il veicolo professionale perfetto per l’off-road

13/12/2013
2.361 Views
mercedes-sprinter-4x4-22

Mercedes Sprinter 4×4 – Il nuovo Sprinter 4×4, grazie alla maggiore trazione disponibile nelle condizioni di impiego più gravose, dà il meglio proprio dove gli altri si fermano. Condizioni difficili o addirittura critiche possono creare ben presto qualche difficoltà ad un veicolo commerciale di tipo tradizionale, non è il caso di Sprinter 4×4 che supera con disinvoltura i valichi più impegnativi, anche in inverno ed in condizioni estreme, è instancabile sui percorsi fangosi e si trova a suo agio su strade di sabbia e ghiaia.

Sprinter 4×4 è semplicemente perfetto in cantieri e zone montuose, regioni innevate e grandi spazi aperti. Anche i settori di impiego sono i più disparati: edilizia ed indotto cantieristico, industria energetica e silvicoltura, industria alberghiera e, ultimo ma non meno importante, il mondo dell’avventura. Sprinter 4×4 in versione Kombi, ad esempio, accompagna con stile i Clienti degli alberghi fino alle loro destinazioni sulle montagne innevate, il Furgone può trasportare operai, materiali ed attrezzature per raggiungere pale eoliche installate su terreni impervi. La versione a cabina singola o doppia traina macchine edili fuori dallo scavo e la versione Autotelaio per autocaravan e motorhome assicura agli appassionati dell’avventura tutta la libertà di movimento che desiderano.

mercedes-sprinter-4x4-2

Il nuovo Mercedes Sprinter 4×4 è dotato della trazione integrale che può essere inserita e disinserita con la semplice pressione di un tasto in modo da mettere in funzione o meno il sistema di trazione elettronico 4ETS. La trazione integrale viene inserita a motore acceso a veicolo fermo oppure in movimento a velocità inferiori a 10 km/h. In questo caso un motore elettrico inserisce un ingranaggio cilindrico nel ripartitore di coppia. Una spia di controllo nell’interruttore indica al conducente l’effettivo inserimento della trazione integrale. La trazione integrale, integrata nel controllo elettronico di stabilità (ESP) di serie, interagisce perfettamente con i sistemi di sicurezza.

Il sistema elettronico di controllo della trazione 4ETS è completamente integrato nell’ADAPTIVE ESP e la sua caratteristica di regolazione è stata adattata specificamente alla trazione integrale. Tutte le funzioni dell’ADAPTIVE ESP sono mantenute: sistema antibloccaggio (ABS), regolazione antislittamento (ASR), ripartizione elettronica della forza frenante (EBV), Brake Assist (BAS) e sistema di assistenza in fase di spunto (AAS).

Date le numerose varianti di carrozzeria e sovrastruttura dello Sprinter, di particolare importanza risulta il sistema di riconoscimento del carico e del baricentro (Load Adaptive Control LAC). In caso di sovrastrutture speciali, ad esempio, l’ADAPTIVE ESP registra attraverso i movimenti del veicolo un baricentro elevato ed adegua le caratteristiche di regolazione del sistema. L’ADAPTIVE ESP accresce il livello di sicurezza offerto soprattutto nei percorsi off-road, ad esempio in caso forte inclinazione laterale del veicolo quando questo procede lungo scarpate. In combinazione con un gancio di traino fornito da fabbrica, il sistema è integrato da una funzione di stabilizzazione del rimorchio che contrasta le oscillazioni del rimorchio con interventi frenanti mirati sulle singole ruote. L’interazione di trazione integrale ed ESP è perfetta: l’insieme di veicolo e rimorchio viene stabilizzato immediatamente e riportato in traiettoria.

Per il nuovo Sprinter 4×4 da oggi è disponibile, a richiesta, il sistema di ausilio alla marcia in discesa, il Downhill Speed Regulation (DSR) assicura il mantenimento costante della velocità preimpostata grazie all’interazione di motore, cambio ed interventi di frenata mirati. Il DSR viene attivato attraverso un tasto sulla plancia, mentre la velocità viene regolata tramite la leva del Tempomat, presupposto indispensabile per la disponibilità della funzione stessa. Sempre a richiesta è disponibile anche con un sistema di ausilio alla partenza in salita.

Per aumentare le prestazioni off-road Sprinter 4×4 può essere richiesto con riduttore supplementare “Low Range”. Questo dispositivo, che viene attivato premendo un tasto a veicolo fermo e con motore in funzione, trazione 4×4 attivata e frizione premuta, accorcia il rapporto di trasmissione con un fattore di 1,42, vale a dire del 42%. Le velocità massime nelle singole marce si riducono di conseguenza garantendo nel contempo un aumento della forza di trazione. Grazie alla carrozzeria più alta di 110 mm davanti e di 80 mm dietro Sprinter 4×4 dimostra di avere tutte le carte in regola per affrontare i percorsi off-road anche già solo dall’aspetto.

mercedes-sprinter-4x4-24

Mercedes Sprinter 4×4 ha a disposizione una gamma di motorizzazioni quattro cilindri Euro 6:
– Sprinter 313/413/513 BlueTec 4×4 95 kW (129 CV) a 3.800 giri/min, 305 Nm di coppia a 1.200-2.400 giri/min.
– Sprinter 316/416/516 BlueTec 4×4 120 kW (163 CV) a 3.800 giri/min, 360 Nm di coppia a 1.400-2.400 giri/min.
A parità di coppia e potenza, per le varianti scoperte ed Autotelaio dello Sprinter 4×4 il quattro cilindri è disponibile in alternativa anche nella versione che soddisfa i requisiti della normativa Euro 5b+. In questo caso viene a mancare la tecnologia SCR con iniezione di AdBlue, presupposto fondamentale per la conformità alla severa norma Euro 6.
Per chi vuole più potenza può scegliere il motore V6 da 3 l di cilindrata:
– Sprinter 319//419/519 BlueTec 4×4 140 kW (190 CV) a 3.800 giri/min, 440 Nm di coppia a 1.600-1.800 giri/min.

Di serie tutte le motorizzazioni vengono fornite in abbinamento al cambio manuale a 6 marce Eco Gear che, grazie a un’ampia spaziatura dei rapporti ed al riempimento con olio leggero, funziona ora in modo particolarmente efficace. In alternativa è disponibile un cambio automatico con convertitore di coppia a cinque rapporti particolarmente confortevole, che semplifica la guida nelle condizioni più difficili consentendo al conducente di concentrarsi esclusivamente su volante, acceleratore e freno.

Per un 4×4 il nuovo Sprinter ha una straordinaria economia dei consumi. Con il quattro cilindri BlueTec Euro 6, la versione Furgone immatricolata come autocarro fa registrare ottimi valori: ad esempio, nel ciclo NEDC combinato lo Sprinter 316 BlueTec 4×4 consuma solo 8,3 l/100 km, mentre lo Sprinter 313 BlueTec 4×4 consuma solo 0,3 l di carburante in più.

Sicurezza al topo con cinque nuovi sistemi di assistenza alla guida di cui alcuni in anteprima mondiale per i veicoli commerciali:
– il sistema di assistenza che mantiene la traiettoria del veicolo in presenza di forte vento laterale (Crosswind Assist)-
– il sistema di mantenimento della distanza di sicurezza (COLLISION PREVENTION ASSIST)
– il sistema di controllo dell’angolo cieco (Blind Spot Assist
– il sistema di controllo dei fari abbaglianti (Highbeam Assist)
– il sistema di assistenza al mantenimento della corsia (Lane Keeping Assist).
Il sistema Crosswind Assist è di serie mentre gli altri sistemi di assistenza sono disponibili come optional singoli o parte di pacchetti.

Il nuovo Sprinter 4×4 beneficia inoltre di numerose migliorie a livello di interni ed esterni. Per quanto riguarda gli esterni troviamo una nuova mascherina del radiatore, più verticale, con lamelle forate ed a forma di freccia, nuovi fari, un nuovo cofano motore rialzato ed un nuovo paraurti che ricorda quella dei SUV della Stella, sposandosi perfettamente con il carattere di Sprinter 4×4.

Anche gli interni sono stati ulteriormente migliorati. Una nuova imbottitura ed un nuovo rivestimento dei sedili aumentano il comfort offerto, mentre la corona più spessa del volante offre una migliore impugnatura. Se viene scelto un volante multifunzione, le bocchette di aerazione sono caratterizzate da inserti cromati. Altrettanto nuovo è il pomello della leva del cambio.

La nuova generazione di autoradio porta a bordo dello Sprinter la moderna elettronica di intrattenimento con telefonia Bluetooth che comprende tastiera e rubrica telefonica, oltre al sistema di navigazione Becker Map Pilot.

Come tutti i veicoli a trazione integrale destinati ad un impiego professionale, Sprinter 4×4 è disponibile in numerose varianti per soddisfare le molteplici e specifiche esigenze dei Clienti. La scelta dei pesi totali ammessi ricade su 3,5 t o 5,0 t, nella versione di allestimento superiore con ruote gemellate sull’asse posteriore. Lo Sprinter 4×4 è inoltre disponibile con passo medio e lungo, oltre che con tetto normale, alto ed extra-alto. Nelle versioni chiuse lo Sprinter 4×4 è disponibile in versione Furgone e Kombi, mentre tutte le versioni scoperte, compresa quella Autotelaio, sono disponibili con cabina singola e doppia.
Partendo dalla versione base, le possibili combinazioni di motori, varianti di carrozzeria ed autotelai, lunghezze, pesi complessivi e varianti di trazione raggiungono un numero a tre cifre e possono essere ulteriormente personalizzate grazie ai numerosi equipaggiamenti a richiesta.

Mercedes Sprinter 4×4 costa circa 12.000 euro in più (IVA esclusa) rispetto allo Sprinter a trazione posteriore.

Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi