Citroen C4 Cactus

Citroen C4 Cactus: nuovo modello e nuove modalità di acquisto

07/02/2014
3.240 Views
citroen-c4-cactus-gialla-4

Citroen C4 Cactus – Citroen, dopo il successo della linea DS, lancia l’offensiva alla fascia centrale del mercato con l’arrivo della nuova e innovativa C4 Cactus.

Citroen C4 Cactus è un nuovo modello nato per un nuovo posizionamento sul mercato: “più design, più comfort, più tecnologia utile: tutto questo con un budget controllato“. Frédéric Banzet, direttore generale di Citroen, riassume con queste parole il nuovo posizionamento della gamma CITROËN.

Per promuovere l’acquisto della C4 Cactus Citroen propone anche nuove modalità di acquisto. All’arrivo sul mercato, settembre 2014, sarà possibile acquistare Citroen C4 Cactus con un forfait mensile e, in alcuni Paesi, in base ai chilometri percorsi. Con le due offerte che comprendono l’acquisto, la manutenzione e l’assicurazione, Citroen permette ai propri clienti di ottimizzare il budget con trasparenza, mese dopo mese.

Per migliorare ancora la relazione con i clienti, Citroen lancia ‘CITROËN & YOU’, una serie di impegni accomunati dal principio della trasparenza. Per esempio l’impegno di richiamare entro 24 ore un cliente insoddisfatto, oppure quello di consegnare sempre la vettura lavata dopo una manutenzione in officina. Insieme a questi impegni viene attivato un nuovo strumento chiamato Citroen Advisor. Un sito Internet sul quale i clienti possono pubblicare la propria opinione dopo una visita a un punto vendita Citroen. Uno strumento adatto alle abitudini di oggi: il 70% dei clienti si affida alle opinioni degli altri clienti pubblicate sul web.

”Con questo nuovo posizionamento, che va dal prodotto ai servizi, diamo nuova forza alla nostra offerta per la fascia centrale della gamma e alla nostra gamma Citroen, che si affianca alla linea DS. Ora abbiamo due offerte, valide ed efficaci, ognuna con un proprio target di clientela, ognuna con un proprio universo di espressione. Citroen continuerà a lasciare la propria impronta nella storia dell’auto”, Frédéric Banzet.

Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi