Kia Soul EV

Kia Soul EV: al Salone di Ginevra il debutto europeo

Kia ha scelto il Salone di Ginevra per l'anteprima europea della versione elettrica della Soul. La Soul EV si presenta con un design unico che la distingue dal resto della gamma grazie ad alcune caratteristiche come colorazione, cerchi in lega, luci a LED e il badge "eco electric".
kia-soul-ev-30

Con la presentazione ufficiale in occasione del Salone di Ginevra Kia Soul EV fa il suo esordio in Europa. Un modello che unisce allo stile oramai iconico un innovativo sistema di propulsione esclusivamente elettrica e che sarà commercializzato nella seconda metà dell’anno.

Il COO di Kia Motors Europa Michael Cole ha presentato così la nuova Kia: “Soul EV oltre che un’auto glamour ed entusiasmante è un modello che esprime tutti i contenuti di stile, di qualità e di affidabilità che caratterizzano i prodotti Kia e che i nostri clienti hanno imparato ad apprezzare. Quando sarà messa in vendita beneficerà infatti della stessa garanzia estesa (7 anni /150.000 km) di tutti gli altri modelli; è l’unica vettura elettrica offerta sul mercato a poter vantare una protezione così ampia. Si tratta di un modello che colpisce ugualmente cuore e cervello, che si rivolge a tutta la clientela attratta sia dal design che dagli aspetti ambientali, ipergarantita e con un eccellente rapporto fra qualità e prezzo”.

Design iconico per un prodotto di oggi
Come i modelli a motore termico, la Soul EV adotta il nuovo stile che ha evoluto la personalità unica di Soul; la versione elettrica tuttavia si distingue dal resto della gamma per alcune modifiche estetiche nella colorazione, per gli esclusivi cerchi in lega, le luci posteriori a LED e il badge “eco electric” posto alla base del montante parabrezza. Il fontale è caratterizzato dallo scudo con una mascherina specifica che incorpora lo sportello di ricarica. Anche all’interno si ritrovano delle speficità che riguardano l’utilizzo di materiali innovativi e lo schema bicolore con toni chiari che conferiscono all’ambiente una freschezza particolare. Soul EV è la prima Kia a utilizzare l’innovativo cruscotto elettronico OLED (Organic LED) e la plancia realizzata con un processo di doppia iniezione che migliora la sensazione di qualità e il soft touch della superficie.

Il sistema AVN (Audio-Visual Navigation) è ripreso da quello degli altri modelli con l’aggiunta delle funzioni tipiche della versione elettrica, come la climatizzazione programmabile e il controllo della ricarica. Una serie di accorgimenti sono stati adottati per ridurre la “range anxiety”, che è il problema caratteristico delle vetture elettriche; fra questi il controllo dei consumi energetici, la ricerca automatica dei punti di ricarica e il calcolo in tempo reale dell’autonomia residua.

kia-soul-ev-32

Batterie ad alta efficienza
La Soul EV utilizza un motore elettrico da 81,4 kW, che eroga 285 Nm di coppia, e dispone di un pacco batterie del tipo litio-ioni della capacità di 27 kWh collocato nel pianale in modo da non interferire con lo spazio a disposizione per l’abitacolo. Il motore è collegato alle ruote anteriori attraverso una trasmissione a un solo rapporto; è in grado di spingere la vettura alla velocità massima di 145 km/h e di accelerare da 0 a 100 km/h in meno di 12 secondi. L’autonomia massima raggiungibile è dell’ordine dei 200 km grazie all’eccezionale densità di energia (il rapporto fra energia contenuta e peso della batteria) pari a 200 Wh/kg. Il gruppo batterie è stato sviluppato in anni di ricerche congiunte fra Kia Motors e SK Innovation con l’obiettivo di ottenere la massima efficienza e garantire la funzionalità anche a temperatore estreme, alte o basse.

L’utilizzo delle batterie litio-ioni a polimeri (in luogo delle normali litio-ioni) ha consentito di raggiungere una superiore densità di energia con un minor ingombro, una struttura più semplice e un costo inferiore, oltre che la possibilità di conformare le batterie nella forma più opportuna. Per ottimizzare il recupero dell’energia in frenata e assicurare la massima autonomia possibile, Soul EV è dotata di un sistema regolabile su tre modalità alle quali corrispondono altrettanti livelli di effetto frenante e rigenerazione da parte del motore. Il pilota può anche scegliere due differenti modalità base di guida, “Drive” e “Brakes”, delle quali la seconda è impostata per avere una maggiore decelerazione in rilascio. Ciascuna modalità viene gestita, a richiesta, con il programma “Eco-mode” previsto per ottenere il massimo di efficienza e di autonomia possibili regolando opportunamente tutte le funzioni, dal motore al sistema di climatizzazione. Uno speciale circuito di riscaldamento controlla la temperatura di esercizio delle batterie e migliora l’efficienza della ricarica anche a bassissime temperature.

La Soul EV può essere collegata a una normale presa di corrente (a 120 o 240 volt) o a una stazione di ricarica attraverso due connessioni standard che corrispondono alle standardizzazioni SAE J1772 oppure CHAdeMo per la ricarica rapida a corrente continua a 480V. Utilizzando il cavo di ricarica di bordo a 6,6 kW il tempo di ricarica varia da 24 ore per un impianto a 120 volt a meno di 5 ore per un impianto a 240 volt. Con un sistema di ricarica rapida a corrente continua da 100 kW sono sufficienti 25 minuti per ricaricare le batterie all’80%.

kia-soul-ev-8

Climatizzazione superefficiente

Fin dall’inizio dello sviluppo del progetto Soul EV i tecnici Kia hanno individuato la necessità di ridurre al minimo il consumo energetico dell’impianto di climatizzazione considerando che in condizioni particolarmente severe, come nel caso di temperature estremamente basse, l’utilizzo intenso della climatizzazione può ridurre l’autonomia fino al 50%.

La risposta è venuta dall’adozione di diversi accorgimenti, come il ricorso a una pompa di calore, il perfezionamento dei flussi per la ventilazione, la regolazione selettiva (solo guidatore) e la climatizzazione programmata. Tutti questi accorgimenti portano all’ottimizzazione della capacità del sistema di riscaldare oppure raffreddare l’intero abitacolo, oppure la sola area del posto guida, evitando a seconda dei casi una eccessiva ventilazione (che raffredda) oppure favorendo l’evacuazione dell’aria calda limitando il ricordo al condizionatore.
La pompa di calore recupera il calore disperso dal condizionatore e dal sistema elettrico e lo riutilizza per climatizzare l’abitacolo riducendo al minimo l’uso dell’energia delle batterie che resta così disponibile per la trazione e per ottenere una maggiore autonomia.

Una priorità di Soul EV è la disponibilità di un sistema che consente di programmare l’attivazione della climatizzazione 30 minuti prima dell’ora prevista di partenza, mentre la vettura è ancora collegata al sistema di ricarica; questo consente di salire a bordo con il clima desiderato e senza influire sull’autonomia residua.

Layout ottimizzato
Mentre la parte superiore della scocca è identica a quelle delle versioni a motore termico il pianale della Soul EV ha subito modifiche per ottimizzare sua la struttura sia l’ingombro dei vari elementi e minimizzare l’impatto del sistema elettrico sull’architettura del veicolo. L’intervento sostanziale è stata l’aggiunta di 5 rinforzi imbullonati al fondo del pianale per servire da supporti del pacco batterie e aumentare la rigidità d’insieme. E’ aumentato anche il ricorso ad acciai speciali ad alta resistenza ( dal 35 al 37,1%) ed è stato applicato un ulteriore rinforzo del montante centrale. Con queste modifiche la rigidezza torsionale è aumentata del 27% (rispetto alla nuova Soul che già era del 29% più rigida della prima serie). L’obiettivo primario di questi interventi era assicurarsi che l’aggiunta delle batterie sotto il pianale non interferisse negli spazi interni, infatti la riduzione dello spazio per le gambe dei passeggeri posteriori di 80 mm è stato compensato dal leggero rialzo del sedile posteriore. Il vano sotto il piano di carico è ora occupato dal cavo di ricarica e dal kit di riparazione antiforatura.

kia-soul-ev-33

Grande agilità e comfort
Fra i pregi della Soul EV hanno particolare rilievo le caratteristiche dinamiche e di guida grazie al basso centro di gravità ottenuto con la collocazione delle batterie nella parte bassa del pianale opportunamente adattato. Altri adattamenti alle sospensioni e l’utilizzo di materiali specifici eliminano le rumorosità provenienti dalle sospensioni e dalla strada, ed esaltano la silenziosità di una vettura naturalmente priva di vibrazioni. Le sospensioni hanno una differente taratura degli ammortizzatori e gli specifici cerchi in lega sono più rigidi del 15% rispetto a quelli standard inoltre la protezione inferiore delle batterie funge da carenatura che riduce i fruscii aerodinamici. Altri pannelli fonoassorbenti sotto il focano e dietro la plancia isolano perfettamente da tutte le rumorosità della meccanica e del sistema elettrico.
Come ulteriore affinamento la Soul EV adotta particolari pneumatici a basso attrito di rotolamento, prodotti dai fornitori Kumho e Nexen, della misura 205/60 R16, che contribuiscono a ridurre la resistenza all’avanzamento di un altro 10% senza conseguenze negative sul comfort, la tenuta di strada e la frenata.

fonte: comunicato Kia

Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi