Mercedes S 63 AMG Coupe Prova

Mercedes S 63 AMG Coupé: una SPA da 585 cavalli | la nostra prova su strada

Abbiamo provato la sensuale e sportiva Mercedes S 63 AMG Coupé.
25/11/2014
3.311 Views
Mercedes-S-63-AMG-Coupe-Prova-8

Mercedes S63 AMG Coupé Prova – “La nuova S 63 AMG Coupé è un’altra affascinante vettura da sogno AMG nel segmento delle auto di lusso. Adesso anche per la Classe S Coupé è disponibile, a richiesta, la trazione integrale 4MATIC AMG progettata per garantire le massime prestazioni. Con questa scelta portiamo avanti con coerenza la nostra offensiva nel campo della trazione integrale. Anche nel nuovo anno, Mercedes-AMG spingerà decisamente sull’acceleratore. La nostra offensiva di modelli proseguirà con grande dinamismo per tutto il 2014″. Con queste parole Tobias Moers, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Mercedes-AMG GmbH presenta la nuova arrivata in casa AMG la Mercedes S63 Coupé.

Mercedes-S-63-AMG-Coupe-Prova-4

La nuova Mercedes S 63 AMG Coupé è più leggera di 65 chilogrammi rispetto alla S Coupé e raggiunge i 100 Km/h in soli 4.3 seondi (3,9 nella versione 4MATIC) ed una velocità massima di 250 Km/h (limitata elelttronicamente). Sotto il cofano batte il V8 Biturbo BlueDIRECT da 5.5 litri che genera 585 cavalli e 900 Nm di coppia, con consumi di 10 litri per 100 chilometri nel ciclo combinato NEDC. Il cambio sportivo a 7 marce SPEEDSHIFT MCT AMG lavora in perfetta sitonia col motore Biturbo.

Com’è? Sinuosa

Le linee della nuova Mercedes S 63 AMG Coupé scorrono fluide. Soffermandosi le dimensioni si notano, ma a colpo d’occhio svaniscono facendo sembrare l’auto molto più compatta di quello che è. Il frontale, basso e aggressivo, è caratterizzato dalla grossa griglia che richiama le Mercedes sportive del passato con in centro una imponente stella a tre punte affiancata da doppie linee; accanto i tecnologici fari con le luci diurne a LED che sottolineno le linee sportive della S 63 AMG Coupé; guardando con attenzioni si notano i vari sensori e telecamere che servono per i vari sistemi elettronici di bordo. Appena sotto la griglia è collocata la cosiddetta ‘A-Wing’: si tratta di un deflettore tridimensionale, verniciato in tinta con la carrozzeria, che si estende su tutta la larghezza della grembialatura anteriore, mostrando la ‘A’ stilizzata tipica delle vetture AMG.

Mercedes-S-63-AMG-Coupe-Prova-9

Di lato possiamo ammirare le sinuose linee della vettura, il cofano lungo da granturismo, spiovente e il parabrezza molto “sdraiato” e i bellissimi cerchi in lega neri da 20 pollici che lasciano intravedere le pinze rosse. Dietro i quattro scarichi con scritta AMG fanno intuire le prestazioni della vettura; gradevole la linea che attraversa da parte a parte l’auto appena sopra il logo Mercedes posizionato esattamente in centro.

Come va? Da vera Granturismo

Salendo a bordo della S 63 AMG Coupé si rimane colpiti dalla qualità dei matriali, dalla cura nei dettagli ma soprattutto dalla tecnologia presente ovunque nella vettura. Appoggio la chiave, sistemo il sedile al meglio per la guida (operazione facile grazie ai controlli elettronici e alle tante regolazioni), piede sul freno tasto “start” e il motore prende vita, il potente V8 Biurbo da 580 cavalli e 900 Nm di coppia. Il cruscotto, completamente digitale, con display TFT, e il monitor centrale si animano anchessi. Posiziono il cambio su “D” e partiamo. Prima curva prima sorpesa, il sedile si “gonfia” nel lato opposto alla curva per contenere al meglio lateralmente il pilota, dopo un’attimo di sorpresa ci si abitua (ps.: il sistema è disattivabile). Provo a dare un filo di gas in più e l’auto risponde prontamente salendo fluida di velocità, schiacciando a fondo il pedale percepiamo un ritardo nellla reazione, ritardo che sparisce completamente in modalità “sport”, modalità nella quale l’auto “affina i sensi” per rispondere prontamente alle richieste del pilota modificando risposta dello sterzo, dell’accelleratore, delle sospensioni e del cambio. Il cambio automantico a 7 rapporti è pronto veloce e reattivo sia in scalata che in salita di marcia. La frenata della S63 AMG Coupé è pronta ben modulabile e decisa.

Mercedes-S-63-AMG-Coupe-Prova-30

L’auto da il meglio di se nei lunghi tratti veloci dove può dare sfogo a tuti i suoi cavalli, affrontando con sicurezza e precisione le curve. La modalità comfort sarà probabilmente quella utilizzata più dal proprietario medio della S 63 AMG, ma è in quella sport che esce l’anima AMG in piena sicurezza: pronta reattiva, perdendo quel senso di “lentezza” che tanto piace a chi vuol fare lunghi viaggi in comodità.

Come dicevamo la tecnologia a bordo è tanta (forse troppa), sia a supporto della sicurezza che delle prestazioni. Troviamo l’head up display che trasmette i dati principali della vettura direttamente sul vetro, i sistemi che ti riportano in carreggiata in caso di cambio corsi involontario, il radar che ti avvisa della distanza della vettura che precede, il visore notturno (una telecamera ad infrarossi che proietta le immagini direttamente sul cruscotto e avvisa di eventuali pericoli o pedoni), il magic body control che prepara l’assetto della vettura ad affrontare al meglio la prossima curva (sistema purtroppo non presente sulla vettura in prova) e molto altro ancora.

Come si sta a bordo? In una sportiva SPA

Lo spazio interno alla Mercedes S 63 AMG Coupé è a metà tra una lounge ed una spa, ma quasi come per magia gli ingegneri della Mercedes sono riusciti a darle anche un carattere da vera sportiva. Lo spazio a disposizione è tanto anche per i due posti posteriorei. I sedili sono cofortevoli comodi ma alcontempo sportivi. La plancia è pulita e ben razionalizzata. L’ambiente interno è luminoso, sensuale, raffinato un piacere per i sensi:. l’ ottimo impianto audio, della Burmstern nel modello in prova, e l’insonorizzazione perfetta appagano l’udito; l’olfatto è appagato dal profumo dei materiali ma anche dal profumatore e dallo ionizzatore; la vista dagli abbinamenti cromatici e dalle luci ambiente modificabili a piacere; il tatto dai materiali e dai sedili riscaldabili, raffreddabili e massaggianti.

Mercedes-S-63-AMG-Coupe-Prova-27

Pollice su e Police Giu

Partiamo dalle cose che non mi hanno convinto. La Mercedes S 63 AMG Coupé è troppo silenziosa. Nonostrante in modalità sport e manuale le valvole di scarico si aprono, credo che una AMG debba far sentire di più il motore e lo scarico dentro l’abitacolo. Alcune scelte per gli interni non finiscono di convincermi: avrei usato una parte di cruscotto analogico con le lancette per contagiri e tachimetro ed inoltre i pusanti tra i due display sembrano “un po’ buttati li”. Dal punto di vista dinamico avrei apprezzato un voltante più preciso in tutte le situazioni.

Mercedes-S-63-AMG-Coupe-Prova-38

L’incredibile equilibrio raggiunto tra comfort e sportività degli interni mi ha colpito e sorpreso piacevolmente, come mi ha colpito (in senso stretto) l’imponente coppia. All’inizio, prima di salire a bordo, ero un po’ scettico, vetture come la S63 AMG oupé non sono le mie preferite, apprezzo molto di più le compatte sportive come la GLA 45 AMG, ma devo ammettere che nel tratto autostradale delle Roma l’Aquila con lo scenario del Gran Sasso Innevato mi sono “innamorato” della S 63 AMG Coupé e credo che disattivando l’elettronica sia ancora più divertente. Ultima cosa: un grazie a Nico Kruger! (ogni motore AMG è firmato dal costruttore 😉 in pieno rispetto alla filosofia AMG “one man, one engine” ).

Vettura provata: Mercedes S 63 AMG Coupé, V8 Biturbo 5.5 litri da 585 cavalli, cambio 7 rapporti SPEEDSHIFT MCT AMG
Voto: 8/10

Paolo Morandi

Da sempre amante di motori e web. Le quattro ruote le preferisco classiche piccole, veloci e possibilmente inglesi.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi