specchietto retrovisore (5)

Nissan “Smart Rearview Mirror”: lo specchietto retrovisore tecnologico

Nissan mostrerà a Ginevra la prima tecnologia al mondo che incorpora un monitor a cristalli liquidi nello specchio retrovisore per assicurare una visibilità ottimale, in tutte le condizioni di guida.
specchietto-retrovisore-5

Nissan “Smart Rearview Mirror”– Nissan ha annunciato lo sviluppo di un’esclusiva nuova tecnologia: il primo specchio retrovisore al mondo dotato di monitor LCD che non solo assicura una visibilità ottimale in qualsiasi condizione, ma consente al guidatore di passare dalla visione monitor a quella tradizionale (specchio) a seconda delle preferenze del conducente.

Il retrovisore tecnologico è alloggiato nella struttura dello specchio retrovisore, con lo schermo LCD che può essere attivato in sostituzione dello specchio. Una telecamera ad alta definizione montata sul retro del veicolo assicura al conducente una vista chiara e allargata di tutto lo spazio posteriore, per un controllo ottimale dei coni d’ombra e di tutte le situazioni di guida nel traffico. La telecamera proietta questa immagine panoramica sul monitor, per supportare il conducente e rendere l’esperienza di guida ancora più confortevole. Sul fondo del retrovisore, un pulsante consente di scegliere se attivare il monitor o la visione tradizionale con lo specchio.

La presenza di passeggeri di statura elevata sui sedili posteriori, oppure di carichi ingombranti nel bagagliaio, può ostruire la visibilità posteriore attraverso il classico retrovisore. In questi casi, il monitor riesce ad ovviare completamente al problema, restituendo una visuale ottimale attraverso la telecamera posteriore posta sul lunotto. Anche in condizioni meteo avverse o di scarsa luce, la qualità della vista posteriore restituita dalla telecamera di alta qualità è molto definita, con minime alterazioni, anche nelle condizioni di luce particolari (es. al tramonto o di notte quando la vettura che segue ha i fari alti).

Nissan è storicamente all’avanguardia nelle tecnologie che utilizzano telecamere ad elevate prestazioni per il processo delle immagini. Basti pensare all’ Around View Monitor, altro sistema introdotto per la prima volta dal marchio giapponese, attraverso il quale si riesce a proiettare sullo schermo del navigatore l’immagine della propria vettura come se venisse ripresa da un elicottero, offrendo una visuale a 360° di tutto lo spazio circostante. Dalla sua introduzione ad oggi, l ‘Around View Monitor si è evoluto ed offre, ora, anche la possibilità al conducente di utilizzare singolarmente le quattro telecamere disposte sui quattro lati del veicolo, per avere una vista a 180° sul monitor del navigatore dello spazio laterale, posteriore, oppure frontale dell’esterno dell’auto, funzione particolarmente utile nei parcheggi più difficili. La telecamera posta sul parabrezza supporta anche altre importanti tecnologie per la sicurezza: come l’avviso sul cambio involontario di corsia oppure il sistema di frenata di emergenza che si attiva quando (sempre attraverso la telecamera frontale) lo spazio che ci separa dalla vettura che ci precede diminuisce in maniera sensibile e potenzialmente pericolosa.

Il retrovisore tecnologico di Nissan è dotato di una nuova telecamera ad elevate prestazioni ed un monitor LCD dalla forma speciale. Una telecamera con lenti standard non avrebbe potuto restituire una visione cristallina su questo monitor, a causa delle dimensioni. Per questo è stata sviluppata una telecamera ad angolo acuto da 1.300.000 pixel, in modo che l’immagine proiettata sul particolare monitor del retrovisore fosse di ottima qualità.

Va anche considerato che i monitor tradizionali hanno un formato 4:3 o 16:9, che, però, non sono adeguati per l’inserimento all’interno di un retrovisore. Per questo il monitor a LCD ha un formato di circa 4:1, appositamente realizzato per questa tecnologia.

Quando il monitor LCD e lo specchio vengono utilizzati contemporaneamente, la trasparenza del monitor e il riflesso dello specchio potrebbero creare una sovrapposizione di immagini, che renderebbe difficoltosa la vista, ma il retrovisore tecnologico di Nissan utilizza un’esclusiva struttura di design sia del monitor che dello specchio, per ovviare a tale problema.

“Questo sistema permetterà ai nostri clienti di avere sempre una visuale ottimale, indipendentemente dall’altezza di passeggeri posteriori o delle condizioni esterne”, ha commentato Andy Palmer, Chief Planning Officer and executive Vice President of Nissan. “Offre anche la possibilità di ripensare il design dei nostri futuri modelli, visto che rappresenta un’ottima alternativa ai classici specchi retrovisori. Avremo la flessibilità per creare nuove forme, migliorare l’aerodinamica e ridurre i consumi”.

Nissan implementerà lo Smart rearview mirror nella ZEOD RC che competerà alla prima 24 Ore di Le Mans e su altre vetture NISMO. Shoichi Miyatani, presidente NISMO: “Nelle condizioni di guida estrema dell’automobilismo sportivo, avere una visuale posteriore assolutamente chiara è di grandissima importanza. In quest’ottica la tecnologia del retrovisore sarà di grande supporto ai piloti NISMO. Siamo anche molto interessati all’aspetto del miglioramento dell’aerodinamica, per le possibilità di applicazione sulle vetture da corsa”.

Nissan mira ad introdurre la tecnologia dello “Smart rearview mirror” sul mercato globale nel 2015.

fonte: comunicato Nissan

Mauro Di Mise

Motociclista da sempre, cresciuto a super e due tempi. Amo i motori belli con un suono appagante, ma sono anche attratto dalle nuove tecnologie.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi