Peugeot Driving Experience

Peugeot driving experience: prova Peugeot 208 GTi

Al Peugeot driving exeperience proviamo la nuova 208 gti sulla pista di Voghera e altre tre vetture della gamma Peugeot.
22/06/2014
2.819 Views

Peugeot Driving Experience

Peugeot driving experience – La giornata cominciata uggiosa in quel di Milano diventa “miracolosamente” soleggiata ed estiva quando raggiungiamo il circuito di Voghera dedicato al leggendario Tazio Nuvolari.
Noi di Cavalli Vapore siamo stati invitati a provare in pista la nuova Peugeot 208 gti nella seconda tappa del Peugeot driving experience
Accolti dalle disponibili e gentilissime ragazze dell’accoglienza Peugeot, veniamo dotati di pass e indirizzati al briefing pre- test. Qui Il nostro istruttore, tra uno scherzo e una battuta ci da i fondamenti della guida sicura in strada e in pista.
Come tutti i partecipanti siamo impazienti di provare la 208 gti che sentiamo sfrecciare mentre ascoltiamo e dialoghiamo, così, nonostante lo spassoso istruttore, appena arriva il nostro turno è una gioia avvicinarci alle vetture.
La prova in pista si svolge al fianco di un pilota professionista che per tre tornate da indicazioni utili su come affrontare curve, frenate ed accelerazioni, in un tracciato nuovo per molti partecipanti.
Dopo la terza tornata, quando si comincia ad avere più familiarità con la pista, si torna nella corsia box ma solo per cedere il posto di guida al pilota al nostro fianco.
Gli ultimi tre giri sono una dimostrazione di quanto noi piloti non professionisti andassimo piano, staccate ancora più decise e tagli di cordoli che non ci eravamo azzardati a fare ora ci svelano quanto davvero potevamo osare con la 208 gti.
La vettura monta un 1600 turbo da 200cv a 6000 giri/min che ha una fluidità tale da sembrar quasi un motore aspirato , anche se la notevole coppia in basso (275 a 1700 giri/min) rivela la sua natura di propulsore compresso. Il sound allo scarico si sente ma non è particolarmente entusiasmante mentre nella guida la piccola del leone rampante mette in mostra una buona agilità e una grande ripresa .
Resta una pura tutto avanti anche nel comportamento dinamico con un marcato sottosterzo con cui fare i conti e in parte questo è comportamento causato dall’elettronica che se da un lato non fa impazzire in pista d’altro canto permette di affrontare i pericoli di tutti i giorni con tanta sicurezza in più.
La 208 gti non è l’unica Peugeot in prova, nell’area retrostante ai box è allestito un circuito prova con dei birilli per poter testare altre tre vetture della casa francese 208, 3008 e 308 berlina.
La prova tra i birilli ha tutt’altra natura rispetto l’adrenalinica esperienza in tracciato ma ci permette di apprezzare la nuova geometria di sterzo di Peugeot che con un limitato movimento del volante permette angoli di sterzata notevoli.
Ci colpiscono particolarmente le finiture del cruscotto di 308 berlina e 3008 così come i loro generosi touch screen, ormai sempre più protagonisti della gestione del confort a bordo.
Dopo i test di manegevolezza delle altre tre auto e scambiate quattro chiacchiere con degli appassionati, per noi volge al termine il Peugeot driving experience, evento ben organizzato in cui ogni appassionato iscritto ha avuto la possibilità di provare l’emozione della guida in circuito e ha trovato un ambiente rilassato e piacevole.

Le prossime date del Peugeot driving experience sono:
29/29 Giugno – Vallelunga
5/6 Luglio – Imola

Mauro Di Mise

Motociclista da sempre, cresciuto a super e due tempi. Amo i motori belli con un suono appagante, ma sono anche attratto dalle nuove tecnologie.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi