Range Rover Sport SVR

Range Rover Sport SVR: debutto a Pebble Beach – Video

Range-Rover-Sport-SVR-Davanti

Range Rover Sport SVR – L’abbiamo vista (e sentita…) al Nurburbring e a Goodwood anora camuffata, ora finalmente la nuova Range Rover Sport SVR, la più sportiva e cattiva tra le Range, fa il suo debutto e sceglie il prestigioso concorso d’eleganza di Pebble Beach.

La Range Rover Sport è la prima vettura a poter mostrare il logo SVR simbolo che indica una elaborazione “estrema” realizzata dal Special Vehicle Operations di Land Rover e Jaguar.

Esteticamente la Range è stata modificata, sia per aumentare l’impatto visivo sia per incrementare le prestazioni e l’efficienza aerodinamica. Gli interni sono dotati di sedili sportivi.

Range-Rover-Sport-SVR

La Range Rover Sport SVR è in grado di raggiungere i 100 in appena 4.9 secondi ed una velocità massima (limitata elettronicamente) di 260 Km/h, grazie anche alla sua scocca in alluminio ce riduce i pesi del 39% rispetto al modello precedente. Sotto il cofano monta un 5 litri Supercharged da 550 cavalli e 680 Nm (40 CV e 56 Nm più della versione “standard”).

Le sospensioni nella SVR sono più pronte e sportive. Le sospensioni della Range Rover Sport SVR sono in alluminio, con doppi bracci oscillanti anteriori ed un avanzato multilink al posteriore. L’escursione delle ruote è da primato (260 mm ant. e 272 post.) e garantisce l’eccezionale articolazione di 546 mm, per affrontare anche le condizioni più difficili.

La Range Rover Sport SVR è equipaggiata con una sistema attivo di scarico bistadio con valvole a controllo elettronico, novità assoluta per Land Rover ma che abbiamo già potuto apprezzare sulla performante F-Type Jaguar. Il sistema ottimizza la qualità sonora, le prestazioni e l’estetica; agli alti regimi il motore ha una sonorità ispirata alle vetture da competizione, senza alcun detrimento per la raffinatezza durante la guida tranquilla.

John Edwards, Managing Director del Land Rover’s Special Operations dept, dichiara: “La Range Rover Sport SVR è il risultato del naturale progresso evolutivo delle innate capacità su asfalto ed in offroad di questo veicolo e della sua avanzata progettazione. Le sue emozionanti prestazioni sapranno soddisfare anche la clientela più esigente”.

Paolo Morandi

Da sempre amante di motori e web. Le quattro ruote le preferisco classiche piccole, veloci e possibilmente inglesi.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi