Alfa Romeo Giulia TI Super del 1963

Alfa Romeo alla Winter Marathon 2015

Alfa parteciperà alla Winter Marathon 2015 con una splendida Giulia TI Super del 1963 la più rara e prestigiosa tra le “Giulia”
20/01/2015
1.905 Views

Alfa Romeo Giulia TI Super del 1963

Winter Marathon 2015 – Dal 22 al 25 gennaio si svolgerà a Madonna di Campiglio la 27esima edizione della “Winter Marathon”, l’avvincente manifestazione di regolarità per auto storiche che è tra gli appuntamenti più importanti in Italia per numero di iscritti e qualità delle vetture partecipanti.

Nella splendida cornice delle montagne del Trentino si sfideranno 120 vetture rigorosamente prodotte entro il 1968, oltre ad alcuni modelli prodotti fino al 1976 che hanno fatto la storia dei rallies negli anni Settanta. Tra le protagoniste della manifestazione la Giulia TI Super del 1963, appartenente alla collezione del Museo Storico Alfa Romeo e appositamente preparata per affrontare questa gara tanto suggestiva quanto difficile per le condizioni meteo.

Il percorso di gara si snoda per circa 420 chilometri e prevede il valico di 11 passi dolomitici – quattro dei quali oltre i 2.000 metri (Pordoi, Falzarego, Valparola e Gardena) – e ben 45 prove cronometrate. Inoltre, a margine della “Winter Marathon 2015” si svolgerà sul lago ghiacciato di Madonna di Campiglio il “Trofeo APT”, sfida a eliminazione diretta riservata ai primi 32 equipaggi iscritti, e il “Trofeo TAG Heuer Barozzi”.

La Giulia TI Super del 1963 è la più rara e prestigiosa tra le “Giulia”, la versione “ready-to-race” realizzata in 501 esemplari, quasi tutti in tinta “Biancospino”, con l’emblema del Quadrifoglio sulle fiancate e sul cofano del bagagliaio. Dotata di una carrozzeria ‘snellita’ per migliorare ancora di più le già ottime prestazioni, la
“TI Super” è stata una tra le vetture da corsa che ha cresciuto una generazione di piloti passati poi alle formule maggiori, permettendo loro di mettersi in luce con le vittorie e i piazzamenti conquistati al volante della berlina Alfa Romeo. Non a caso, la Giulia TI Super è particolarmente adatta per le corse su strada come dimostra, tra i successi più significativi nel suo palmares, la vittoria di classe al “Tour de France Auto” del 1963 con Masoero e Maurin.

Tecnicamente la Giulia ha rappresentato un benchmark nel suo segmento di appartenenza, innalzando gli standard di riferimento: il quattro cilindri bialbero e le eccellenti doti dinamiche delle Alfa Romeo hanno avuto la massima espressione in questa carrozzeria che, come recitava la pubblicità di allora, “è disegnata dal vento”.

A sottolineare il fil rouge che lega le vetture del passato e quelle di attuale produzione, il prezioso esemplare storico sarà accompagnato dalla nuova Giulietta Sprint, la versione che rende omaggio alla capostipite di un’intera classe di automobili, le moderne Gran Turismo, oltre che uno dei prodotti emblematici del Made in Italy: l’iconica Giulietta Sprint del 1954.

Fu proprio la Giulietta negli anni Cinquanta a far sognare gli automobilisti rendendo per la prima volta accessibile il desiderio di possedere un’Alfa Romeo. Oggi tocca alla nuova Giulietta Sprint raccogliere quel testimone offrendo una caratterizzazione estetica più marcata, prestazioni esaltanti e dotazioni tecnologiche al top.

L’esemplare impegnato nella “Winter Marathon 2015” adotta il potente 2.0 JTDM2 da 175 CV abbinato all’innovativo cambio automatico a doppia frizione “Alfa TCT”.

fonte: comunicato Alfa Romeo

Paolo Morandi

Da sempre amante di motori e web. Le quattro ruote le preferisco classiche piccole, veloci e possibilmente inglesi.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi