Bentley Blue Train

Bentley Speed Six: da Cannes a Londra

Correvano gli anni 30 quando il chairman della Bentley, Captain Woolf Barnato (aka "Bentley Boy") sfidò il treno per Calais...
Bentley-Blue-Train

The Blue Train – “The Blue Train”, la leggendaria Speed Six Bentley inizierà le celebrazioni per i suoi 85 anni al Retromobile di Parigi.

Nel 1930, Captain Woolf Barnato, che allora era il presidente della Bentley Motors conosciuto anche con il nome di “Bentley Boy“, che partecipò e vinse per tre volte la 24 Ore di Le Mans, era a Cannes con il suo amico di golf Dale Bourn e accettò di sfidare il “Blue Train” che arrivava a Calais. Accettò non solo di batterlo ma di arrivare al suo club di Londra prima che il treno giungesse a destinazione.

Il giorno della gara, Woolf fini di bere il suo drink al bar del Carlton Hotel quando senti il treno partire alle 17.54 Studiando attentamente quali pompe di benzina rimanevano aperte durante la notte parti ed arrivò al Conservative Club in St James, Londra per un drink celebrativo, passando davanti all’orologio della Victoria Railway Station alle 15.30 del giorno dopo, 4 minuti prima che il treno arrivasse a Calais. Il viaggio fu percorso ad una incredibile media di circa 70 Km/h in epoca in cui non c’erano le autostrade…

Bentley-Speed-Six-Blue-Train
Bentley Speed Six

Vinse anche la posta in palio di 100 sterline, ma purtroppo l’Automobile Club de France lo multò per 200 per gara non autorizzata su territorio Francese.

La Bentley Speed Six fu introdotta sul mercato nel 1926 e ne fu fatta una versione da competizione nel 1929 con un motore da 6,5 litri. Vinse la 24 ore di Le Mans nel 29 e nel 30. Ne furono costruite in tutto 182 con una grande varietà di stili e carrozzerie.

Il modello in esposizione al Retromobile è di proprietà di Bruce McCaw. Per festeggiare gli 85 anni di questa vettura legggendaria, Bentley ha in mente diversi eventi tra i quali rifare la storica gara Cannes Londra.

Paolo Morandi

Da sempre amante di motori e web. Le quattro ruote le preferisco classiche piccole, veloci e possibilmente inglesi.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi