Yamaha YZF R3 Mugello

La Yamaha YZF R3 si allena al Mugello

Debutto sull'impegnativo tracciato toscano per la piccola bicilindrica di Iwata, sempre più racing ma con un occhio di riguardo per l'utilizzo quotidiano.
13/07/2015
1.816 Views

Yamaha YZF R3 Mugello

Yamaha YZF R3 – La moto è di quelle interessanti, con una cilindrata contenuta ed una manegevolezza notevole, oltre ad avere un prezzo e costi di gestione bassi.

Stiamo parlando della Yamaha YZF R3 che è stata portata in pista al Mugello per la prima volta dal piccolo talento spagnolo Pedro Javier Castagno Illàn che si era reso protagonista l’anno passato a Franciacorta con la sorellina YFZ R125. Questa prova è la dimostrazione che la casa di Iwata ha intenzione di far esordire nel mondo delle corse la nuova bicilindrica, sviluppandola e migliorando alcuni dettagli che la renderanno ancor di più un “animale da pista”. Queste le prime impressioni di Illàn:

“ la giornata è stata molto positiva. La YZF-R3 è sicuramente molto stabile in curva, facile da guidare, agile e comoda e sono rimasto soddisfatto sia dalle sospensioni che dal telaio nei quattro turni in pista. Ho affrontato il turno iniziale senza troppe modifiche, per capire al meglio quali fossero i primi accorgimenti da apportare al setting: la R3 ha risposto subito bene in curva, muovendosi però un po’ troppo sul rettilineo una volta in carena e aumentando la velocità. Nella seconda sessione sono subito state apportate alcune modifiche alle sospensioni per migliorare la velocità della moto in curva e aumentare la stabilità. Ho iniziato a spingere di più in frenata, anticipando la piega e rilasciando i freni prima per poi accelerare nuovamente. In questo modo la R3 mi ha seguito nettamente meglio. Nella terza sessione abbiamo continuato il lavoro sulla sospensione posteriore per migliorare ulteriormente il movimento della ruota. Per tutto il turno ho costantemente aumentato la velocità rispetto alle sessioni precedenti cercando di entrare più forte tra i cordoli. Giro dopo giro la moto mi ha seguito sempre di più e l’unico limite è stato dato dalle pedane che, ancora in posizione originale, a causa degli elevatissimi angoli di piega possibili con questa moto toccavano l’asfalto in curva non consentendomi di ottenere la giusta scorrevolezza. Nell’ultima sessione non ho potuto forzare troppo per via dell’alta temperatura della pista e di un leggero traffico, ma tuttavia ho potuto confermare le ottime impressioni avute precedentemente”.

La 300 cc è di fatto il passaggio ideale tra la piccola R125 e le cilindrate superiori avendo un bicilindrico parallelo da 42 CV a 10.700 giri/min e 29,6 Nm a 9.000 giri/min. la massa di questa moto che è ripartita al 50% tra retrotreno ed avantreno è di 169 kg in ordine di marcia. Nonostante ci sia l’impegno di affinare il carattere racing della moto per partecipare al CIV, questa R3 resta una notevole commuter per tutti i giorni che sarà utilizzabile da chi possiede la nuova patente A2 con comodità e consumi comunque ridotti.

La Yamaha YZF R3 è disponibile nelle colorazioni Midnight black e Race Blue al prezzo di 5.390,00 euro, franco concessionario.

Mauro Di Mise

Motociclista da sempre, cresciuto a super e due tempi. Amo i motori belli con un suono appagante, ma sono anche attratto dalle nuove tecnologie.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi