Michelin KidssaveLives

Michelin #KidssaveLives: la sicurezza vien mangiando

Cosa c’entra un pranzo dalla qualità sopraffina con la settimana mondiale della sicurezza stradale? Adesso vi spiego…
Michelin-KidssaveLives-2

Michelin #KidssaveLive – Il “gommista“ transalpino investe più di 620 milioni di euro all’anno in Ricerca e Sviluppo, realizzando 75 000 test ogni anno, percorrendo ben 1,8 miliardi di km ed impiegando ben 6600 specialisti.

Un Frutto, interessante di queste ricerche è Crossclimate, una gomma con lo stesso livello di aderenza di un “winter” e classificazioni comparabili a quelle di uno pneumatico estivo per quanto riguarda la frenata sul bagnato e l’efficienza energetica.

Ancora non capite cosa c’entra tutto questo con la cucina?
Michelin sa che la ricerca non finisce mai e coinvolge aspetti, apparentemente poco scientifici ma sicuramente basilari nella dinamica del guidare sicuri. La “ricetta giusta” è far capire quanto la sicurezza stradale sia legata a doppio filo con tanti aspetti tipicamente umani come il saper mangiare. Tema, tra l’altro, oggi molto attuale, grazie a milano Expo.

La casa di Bibendum ci ha invitato al Devero Restaurant del grande chef stellato Enrico Bartolini per dimostrare una cosa sulla quale è interessante porre l’attenzione più di un momento: le case automobiliste e i produttori di gomme investono tantissimo in sicurezza attiva e passiva, ma quello che veramente è decisivo nella dinamica di un incidente è il comportamento umano. I dispositivi di sicurezza danno una grande mano ma se il guidatore non è integro e vigile, difficilmente si può evitare un piccolo o grande sinistro alla guida.

Il pranzo o la cena, se eccessivamente pesanti, anche se il tasso alcolico non è esagerato, rendendo la digestione difficoltosa e fanno si che i riflessi siano mediamente meno pronti e per cui siamo tutti più inclini agli incidenti con lo stomaco pieno.

Il pranzo “test” preparato da Enrico Bartolini a Cavenago presso il Devero Restaurant è stato pensato per essere ottimo ma leggerissimo. Vi possiamo assicurare che la qualità indiscutibile della cucina che abbiamo provato, e la dose nel complesso giusta, non ha minimamente influito sul classico “peso allo stomaco” postprandiale.

Durante la settimana mondiale per la sicurezza stradale indetta dall’ ONU la casa transalpina ha ideato un percorso educativo-culinario che ha toccato varie città italiane con altrettanti chef stellati con due e tre stelle della famosa guida Michelin. Sapete il significato delle famose stelle della guida?
I ristoranti (e quindi il loro chef di punta) che hanno ricevuto due stelle meritano una deviazione dal viaggio che si sta intraprendendo, mentre gli stellati con ben tre stelle meritano addirittura un viaggio ad hoc che abbia come destinazione tale ristorante.

Il 10 Maggio, alla fine della Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale, questo viaggio ipotetico si conclude al Villaggio Michelin per la Sicurezza Stradale a Livorno.

Mauro Di Mise

Motociclista da sempre, cresciuto a super e due tempi. Amo i motori belli con un suono appagante, ma sono anche attratto dalle nuove tecnologie.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi