Peugeot 106 Rallye

Peugeot 106 Rallye: il ritorno della piccola peste

Una sportiva camuffata da utilitaria, ecco cosa era forse la 106 Rallye e per questo ci piaceva e ci piace ancora oggi!
11/06/2015
2.278 Views
Peugeot-106-Rallye-06

Peugeot 106 Rally – Chi di voi ha vissuto la fine degli anni 90’ da ragazzo non può non ricordare la mitica 106 Rally: “Bombetta carina” che faceva impazzire gli amanti delle auto dalla guida pura e divertente.

Vi parliamo di questa vettura perché Peugeot Italia, con l’intento di valorizzare l’heritage del marchio, ha appena riscoperto una 106 Rallye 1.3 e la ha riportata alle condizioni originali con un attento lavoro di restauro.

106 era il trait d’union tra la precedente 205 e la successiva 206. Nonostante fosse un po’ una scommessa replicare il successo di vendite della mitica 205, la piccola 106 viene venduta in ben 2800 unità di cui più di 400.000 in Italia; segno questo, che la Peugeottina è stata molto gradita dal pubblico, in particolare dai giovani.

Si, perché le versioni sportive XSi e soprattutto la Rallye facevano sognare i ragazzi. La versione Rallye non aveva alzacristalli elettrici, l’areazione era limitata senza le bocchette centrali e calzava dei cerchi in lamiera stampata bianchi dal look sportivissimo. Esteticamente era carina ed insieme cattivissima, alla guida le modifiche la rendevano ancora più leggera e guidabile: il punto forte di questa utilitaria “da sparo”.

Peugeot-106-Rallye-08

Il motore sulle prime poteva sembrare piccolo rispetto alla concorrenza ma proprio il contenimento del valore della corsa faceva si che il suo propulsore di piccola cilindrata (1294 cc) girasse “alto” con gran goduria del conducente. I cavalli a disposizione erano 98 a 7200 giri/min (con limitatore a 7.400) e la coppia motrice disponibile 10,8 kgm a 5400 giri/min.

Di per se questi valori non sono stratosferici ma vi assicuriamo che con una massa di appena 810 kg a secco ed un rapporto peso-potenza di 8,1 kg/CV garantiva un divertimento assoluto. 106 Rallye raggiungeva i 190 km/h di punta velocistica massima ed arrivava a 100 km/h in 9,3 secondi.

Peugeot-106-Rallye-03

Grandi risultati ha raccolto negli anni questa simpatica belva, sia in gare stradali che in pista: slalom, velocità in circuito, velocità in salita, rallycross e rally. Con semplici ritocchi o più pesantemente elaborata ha ben figurato e vinto nelle categorie della classe N e del Grupp A.
Con una di queste auto ha corso in pista lo scrittore Giorgio Faletti ed un giovane Paolo Andreucci, oggi rallista di successo sulla 208 RC.

Mauro Di Mise

Motociclista da sempre, cresciuto a super e due tempi. Amo i motori belli con un suono appagante, ma sono anche attratto dalle nuove tecnologie.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi