Porsche Boxster Spyder

Porsche Boxster Spyder: una “classica” sportiva

Porsche presenta al New York International Auto Show, la nuova cabrio Porsche Boxster Spyder, un mix di classico e moderno che saprà far divertire con una impostazione di guida pura e vecchio stile
Porsche-Boxster-Spyder-1

Porsche Boxster Spyder – Anteprima mondiale al Salone dell’Auto di New York per la Porsche Boxster Spyder, la nuova “aperta” di punta della casa di Stoccarda.

La nuova Boxster Spyder può contare su un telaio sportivo con sospensioni ribassate di 20 mm, freni presi in prestito dalla 911 Carrera, sterzo diretto e del potente 6 cilindri 3.8 litri da 375 cavalli (Consumo urbano 14,2 l/100 km; extraurbano 7,5 l/100 km; combinato 9,9 l/100 km; Emissioni di CO2 230 g/km), il tutto per una esperienza di guida classica unita alle performance delle vetture odierne.
Il tempo da 0 a 100 si ferma a 4.5 secondi; la velocità massima è 10 Km/h sotto i 300.

Porsche-Boxster-Spyder-2

Lo stile è un mix tra le Porsche attuali e le leggendarie Porsche che hanno fatto la storia dei corse. Le due curvature vigorose che da dietro i poggiatesta fluiscono aerodinamicamente sul lungo cofano posteriore, sono un omaggio alla 718 Spyder degli Anni 60. La pratica capote in struttura leggera ad azionamento parzialmente manuale ricorda le roadster del passato. Le fenditure tese all’indietro conferiscono alla silhouette il suo stile inconfondibile. Il frontale e la coda derivano dalla Cayman GT4.

Gli interni creano un’ambiente accogliente e sportivo. I sedili sportivi a guscio e il volante sportivo dal diametro compatto permettono una guida agile e precisa. Come la precedente “Spyder” anche in questa, la necessità di ridurre i pesi ha comportato alcune rinunce nell’equipaggiamento, come l’assenza della radio e del climatizzatore (che possono comunque essere ordinati dai clienti come optional senza sovrapprezzo).

La nuova Porsche Boxster Spyder arriverà in Italia a partire da luglio con prezzi di circa 83.000 euro IVA inclusa.

Paolo Morandi

Da sempre amante di motori e web. Le quattro ruote le preferisco classiche piccole, veloci e possibilmente inglesi.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi