Ford Focus ST-7

Ford Focus ST: la nostra prova su strada

Oltre 1.500 km alla guida della Ford Focus ST, un'auto da cui non vorresti mai scendere. 250 cavalli che regalano tante emozioni e soprattutto tanto divertimento
13/03/2016
2.808 Views

Ford Focus ST-9

Ford Focus ST – Si capisce la natura della Ford Focus ST già al primo sguardo, a maggior ragione se è di un bel colore racing yellow come l’auto in prova. La massima espressione della sportività di casa Ford ci ha messo qualche chilometro a convincermi ma dopo qualche curva fuori dall’autostrada sulla mia faccia si è stampato un bel sorriso e la voglia di continuare a guidare senza mai fermarsi.

L’occasione del Salone di Ginevra e una gita fuori porta mi hanno permesso di fare un test molto approfondito. Oltre 1.500 km percorsi tra autostrada e non, sotto una pioggia più che battente, qualche fiocco di neve e bel tempo insomma ogni tipo di strada e di condizione atmosferica. La Focus ST si è dimostrata un’auto divertente e sicura in ogni situazione.

Com’è?

Ford è riuscita a dare un bel tocco sportivo alla Focus ST senza il bisogno di stravolgere le linee. I piccoli tocchi estetici danno alla Focus ST una connotazione decisamente sportiva già ad un primo sguardo, a maggior ragione se abbinati ad una bella tinta della carrozzeria.

Ford Focus ST Retro

La cosa che mi è piaciuta maggiormente è lo scarico a doppio canale con tubo esagonale decisamente bello da vedere e da sentire.

Sulla parte frontale i fari sottili con l’interno verniciato di colore nero danno uno sguardo aggressivo alla Focus ST che si abbina bene alla griglia a nido d’ape e al paraurti più “affilato” nella parte bassa dove son ospitati i fari fendinebbia.

Proseguendo lateralmente si notano le minigonne e i bellissimi cerchi da 18 pollici black dell’auto in prova, disponibili anche di colore “standard” o rock grey. Se poi si vuole ancora qualcosa in più sono disponibili i cerchi da 19 pollici ma con un diverso design. Personalmente i cerchi da 18” in colorazione blak abbinati alle pinze rosse li ho trovati molto belli.

Ford Focus ST Laterale Destro

Al posteriore oltre allo bellissimo scarico troviamo un bello spoiler che aggiunge un ultimo tocco sportivo.

All’interno si notano subito un paio di cose che danno l’idea dello spirito della Focus ST. I sedili dal design ergonomico sportivo Recaro e i tre indicatori supplementari che permettono di visualizzare la pressione di sovralimentazione del turbocompressore e i dati riguardanti la temperatura e la pressione dell’olio.

Inoltre troviamo pedaliera sportiva appositamente progettata per Ford Focus ST e le il battitacco con il logo ST illuminato che ci accoglie quando apriamo la portiera.

A bordo della Focus ST troviamo il sistema SYNC 2 con Bluetooth a comando vocale e Touchscreen che permette di comandare tramite lo schermo da 8” e ai comandi vocali avanzati: musica, navigatore, radio, climatizzatore, telefono il tutto anche senza togliere le mani dal volante.

Come va?

Appena messa in moto la Ford Focus ST si fa subito sentire con i suo 250 cavalli appena si tocca l’acceleratore è subito pronta a scattare in qualunque marcia grazie a una coppia di 345 Nm.

La versione benzina monta un motore EcoBoost 2.0 che spinge la Focus ST da 0-100 km/h in soli 6,5 secondi e una velocità massima di 248 km/h. Ford Focus ST è disponibile anche con motore TDCi 2.0 da 185CV (0 a 100 km/h in 8,1, velocità massima limitata di 217 km/h ).

Le prime sensazioni che ho avuto non sono state ottime, dall’interno avevo avuto la sensazione che l’auto non fosse ben piantata al terreno visto che si “sobbalzava” un po’ troppo, mai sensazione è stata così sbagliata.

Ford Focus ST Fronte

La Focus ST monta delle sospensioni migliorate ispirate alle auto da corsa oltre a una barra antirollio di ultima generazione. L’assetto è ribassato facendo si che il baricentro della Ford Focus ST si avvicini al fondo stradale, garantendo un maggior controllo in curva.

Il sistema EPAS (servosterzo elettrico progressivo) garantisce un’ottima precisione di guida, ma onestamente a mio avviso ha un piccolo difetto anche se non gravissimo. L’angolo di sterzata è veramente ridotto serve qualche manovra in più per fare un parcheggio ma alla fine non si compra un’auto del genere per parcheggiarla.

Grazie al Torque Vectoring Control (controllo della trazione in curva) che utilizza il sistema frenante per bilanciare costantemente la distribuzione della coppia del motore tra le ruote motrici il divertimento in curva è assicurato l’auto si adatta alle condizioni di guida e della strada. Accelerando in curva, ad esempio, il sistema attiva il freno sulla ruota interna ed eroga più coppia alla ruota esterna, migliorando maneggevolezza e tenuta di strada.

In autostrada la Focus ST risulta piacevole senza eccessi, è un’auto “comune” forse con un consumo un po’ più elevato ma più che accettabile visti i cavalli.

Ford Focus ST Fari

Quando si incontrano le curve la Focus ST mostra la sua vera natura. Ho avuto modo di testare l’auto sia su strada decisamente bagnata che asciutta e si è sempre comportata ottimamente. Sicuramente molto del merito è anche dell’elettronica che aiuta molto e alcune volte si sente ma per viaggiare in strada è sempre consigliabile tenerla attiva. Se si vuole una maggiore adrenalina basta portare la Focus ST in pista impostare il sistema ESP nella modalità Sport e si ha il totale controllo sulla coppia motrice. Il controllo della trazione viene inoltre disattivato per aumentare la rotazione delle ruote, garantendo una migliore trazione in determinate situazioni particolarmente impegnative.

Per chi è?

Ford Focus ST disponibile anche in versione station wagon può adattarsi a chiunque ami una guida sportiva. La versione 5 porte è sicuramente più adatta a single e giovani coppie ma per chi ha famiglia c’è sempre l’alternativa della versione station wagon, si parcheggiano i figli dai nonni e poi via a divertirsi :).

Modello provato: Ford Focus ST

Motore : Benzina EcoBoost 2.0 da 250CV

Cambio: Manuale

Colorazione:Racing Yellow

Prezzo:€ 33.0000

Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi