Husqvarna TE449 RR by Speedbrain: parteciperà al leggendario Rally della Dakar 2013

15/11/2012
1.772 Views
husqvarna-te449-rr-by-speedbrain-laterale-destro

In due settimane più di 8.000 chilometri attraverso il Sudamerica: l’Husqvarna Rally Team by Speedbrain affronta il leggendario Rally della Dakar.

Fuori stradisti esperti affronteranno il Raid più famoso al mondo.
Piste di ghiaia impegnative, alte dune di sabbia e profondi letti di fiumi: questo è l’habitat delle moto Husqvarna da Rally. Non stupisce quindi la decisione di partecipare alla sfida più impegnativa, la maratona off road: il Rally Dakar. Nella prossima edizione, nel gennaio 2013, della classica maratona desertica l’Husqvarna Rally Team by Speedbrain mira alla conquista di un posto sul podio. La squadra di Stephanskirchen /GER) verrà supportata da Husqvarna Motorcycles e dal BMW Group. La moto utilizzata è la Husqvarna TE 449 RR by Speedbrain che ha debuttato nel 2012 in occasione del Rally Dakar e che da allora è stata perfezionata in tutti i campi. Questa volta partono cinque moto off road sviluppate e costruite a Stephanskirchen. Le quattro moto del team verranno guidatore dai piloti Joan Barreda (ESP), Paulo Gonçalves (POR) e Matt Fish (AUS) il quarto pilota sará annunciato piú avanti. Inoltre, vi parteciperà come pilota privato Jordi Viladoms (ESP) che ha stipulato un accordo con la Speedbrain per guidare una TE 449 RR al Rally Dakar.

La Dakar è ormai una leggenda. La prima edizione risale al dicembre del 1978 e portò i partecipanti, partendo da Parigi, attraverso l’Europa meridionale e i deserti del Nordafrica, fino a Dakar nel Senegal. Da allora, la “Dakar” è divenuto il raid più famoso del mondo. Il suo nome è sinonimo di avventura e libertà; la classica competizione nel deserto rappresenta anche il più grande test di resistenza per l’uomo e la sua motocicletta; infatti, entrambi devono spesso andare oltre i propri limiti fisici. Nel 2013 la Dakar si terrá, per la quinta volta, in Sudamerica. La partenza è il 5 gennaio nella capitale peruviana Lima. Da lì, il percorso di oltre 8.000 chilometri attraverserà, in14 tappe, il nord del Cile e le Ande fino all’Argentina, prima di tornare indietro in Cile per concludersi nella capitale del paese, Santiago, dove i partecipanti taglieranno il traguardo il 19 gennaio.

L’Husqvarna Rally Team by Speedbrain che affronterà la maratona nel deserto è una squadra di grande esperienza. La Speedbrain è stata fondata nel 2006; i piloti principali erano famosi fuoristradisti. Nel 2011 la squadra ha seguito BMW al suo ritorno alla Dakar e ha contribuito immediatamente alle vittorie di tappa della BMW G450X. Nello stesso anno il BMW Group ha trasferito le attività puramente off road alla Husqvarna Motorcycles. L’Husqvarna TE449 RR by Speedbrain, sviluppata ex-novo dal team di Stephanskirchen, ha debuttato alla Dakar 2012 e Joan Barreda (ESP) l’ha condotta alla prima storica vittoria alla Dakar; assicurando all’ Husqvarna Rally Team by Speedbrain un posto sul podio nella sesta giornata.

Nei mesi dopo il ritorno dal Sudamerica, la Husqvarna TE449 RR by Speedbrain è stata ulteriormente sviluppata in tutte le sue componenti. Alla prossima Dakar il Team di Stephanskirchen schiererà quattro moto. Saranno supportati da una squadra di undici uomini con esperienza alla Dakar. A capo del progetto è Wolfgang Fischer, Direttore Generale di Speedbrain e Team Manager; il direttore tecnico è Stefan Krause, responsabile per tutti gli aspetti tecnici. Il capo progetto di Husqvarna Motorcycles / BMW Motorrad è Berthold Hauser.

L‘Husqvarna Rally Team by Speedbrain si affida ad un gruppo di piloti di talento, veloci e con una importante esperienza nei rally marathon. Gli esperti indicano Joan Barreda come la grande scoperta della Dakar 2012. Il 29enne pilota spagnolo, alla scorsa Dakar era alla sua seconda esperienza nel raid desertico e, al debutto, in sella alla Husqvarna. La storica vittoria di tappa con la Husqvarna TE449 RR by Speedbrain e le numerose tappe in cui era tra i primi tre hanno dimostrato che Barreda può essere considerato uno dei candidati per la vittoria della Dakar. Il suo compagno di gara è l’esperto Paulo Goncalves. Il trentatrenne pilota, e padre, portoghese nel 2013 partecipa per la settima volta alla Dakar, annovera numerosi successi sportivi con il Team Speedbrain. Nuovo nella squadra è il ventiduenne australiano Matthew “Matt” Fish. Il quarto pilota della Husqvarna TE449 RR by Speedbrain al Rally Dakar verrà comunicato prossimamente.

La preparazione all’appuntamento più importante della stagione in Sudamerica è stata nelle competizioni. L’Husqvarna Rally Team by Speedbrain ha partecipato per la prima volta all’intera stagione del FIM Cross Country Rallies World Championship. Il percorso è iniziato molto bene: all’ Abu Dhabi Desert Challenge – ad inizio aprile – Barreda e Goncalves hanno conquistato il secondo e il terzo posto. Al tradizionale Rally dei Faraoni ad inizio di ottobre in Egitto è stata celebrata un’altra vittoria storica. Barreda ha trionfato nella competizione, assicurando alla Husqvarna la prima storica vittoria in un Raid. Nella classifica dei costruttori del FIM Cross Country Rallies World Championship Husqvarna ha conquistato un ottimo secondo posto. Oltre ai rally di Campionato mondiale il team ha partecipato con successo alla Baja España Aragón in Spagna, con la vittoria di Joan Barreda e a quella che viene considerata la prova generale della Dakar, il famoso Oil Libya Rally du Maroc in Marocco dove Barreda ha conquistato il secondo posto nella classifica finale, Goncalves e Fish si sono assicurati rispettivamente il quinto e l’ottavo posto, confermando l’ottima performance della squadra. Barreda e Goncalves hanno inoltre conquistato una vittoria di tappa ciascuno. Al termine della preparazione si può affermare che la Husqvarna TE449 RR by Speedbrain e i piloti sono pronti ad affrontare la prova più impegnativa in Sudamerica. La moto ha dimostrato di essere affidabile come il meccanismo di un orologio, non si hanno avuto problemi tecnici degni di nota. E i piloti hanno dimostrato di essere tra i migliori al mondo. Le premesse per la partecipazione al Rally Dakar non potrebbero essere migliori.

“Poche settimane ancora e il mondo delle gare guarderà di nuovo verso il Sudamerica”, afferma Klaus Allisat, presidente di Husqvarna Motorcycles. “La Dakar non entusiasma solo gli appassionati del motorsport, ma il rally più famoso del mondo viene seguito da milioni di persone in tutto il pianeta. “Dakar” è un nome famoso in tutto il globo. Per noi è dunque il palcoscenico perfetto per dimostrare la nostra competenza nell’off road. Possiamo contare su un partner veramente valido come Speedbrain. Il team dispone di un immenso tesoro di esperienza e un grande know-how. I successi degli ultimi anni ne sono la prova. Supporteremo la squadra di Wolfgang Fischer alla Dakar 2013 e ci auguriamo un grande successo nella prossima sfida in Sudamerica.”

“Non vediamo l’ora di scattare con le nostre motociclette dalla rampa di partenza a Lima”, spiega il manager del team, Wolfgang Fischer. “I successi durante la preparazione estiva ci rendono più che ottimisti. Abbiamo ulteriormente perfezionato l’Husqvarna TE449 RR by Speedbrain e i nostri piloti hanno dimostrato che sono in grado di affrontare i migliori piloti del mondo. Adesso diranno la loro nella lotta per la vittoria e le posizioni sul podio. E questo è il nostro obiettivo anche per il Rally Dakar. Ringrazio tutti i membri del team, i piloti, i meccanici e gli ingegneri che si sono impegnati con tanta passione e tanto lavoro duro. Un grandissimo ringraziamento lo rivolgo anche al BMW Group e a Husqvarna Motorcycles. Il loro supporto è decisivo per potere affrontare così ben preparati l’avventura “Dakar”. Inoltre, desidero ringraziare Monster Energy, un partner che ci segue fedelmente sin dall’inizio. Nelle prossime settimane concluderemo i preparativi e poi si parte per il Sudamerica. Anche i piloti privati potranno trarre profitto dall’esperienza e dallo sviluppo condotto sulla moto dal team, infatti, per il FIM Cross Country Rallies World Championship 2013 è previsto che vengano messe a disposizione delle motociclette da noleggiare, con servizio di assistenza. Inoltre, per il Rally Dakar 2014 vogliamo offrire in vendita delle Customer Race Bike equipaggiate per la competizione. Attualmente siamo impegnati a definire al più presto tutti i punti principali di questo progetto.”

Nessun deserto è troppo grande, nessuna montagna troppo alta:
Husqvarna TE449 RR by Speedbrain.

Nel 2010 Speedbrain iniziò a sviluppare una versione della BMW G450X adatta alle esigenze particolari di un rally marathon e ad inizio 2011 BMW celebrò con questa moto il ritorno al Rally Dakar. Già nella primavera del 2011 gli ingegneri Speedbrain cominciarono a sviluppare e a costruire una nuova moto da corsa per i rally: la Husqvarna TE449 RR by Speedbrain.

È una modernissima ed innovativa motocicletta da corsa, particolarmente leggera, che offre una buona guidabilità e stabilità sui terreni più diversi, assicurando al pilota la massima fiducia. Husqvarna apporta il proprio know-how nel campo dello sviluppo del motore e della sua configurazione per le lunghe percorrenze, così da migliorarne la resistenza. Speedbrain a sua volta è responsabile con il proprio lavoro di ricerca e sviluppo della costruzione del telaio e dei componenti specifici da rally. La moto é in continua evoluzione e ottimizzazione grazie al contributo diretto dei piloti.

Il cuore della motocicletta è il motore della Husqvarna TE449 opportunamente modificato per l’utilizzo nei raid. Husqvarna è responsabile per il suo sviluppo, la costruzione la performance e la diagnostica del motore da 450 cm³ e fornisce i propulsori pronti per l’uso agonistico al Team Speedbrain. Il motore della Husqvarna TE449 è uno dei punti più forti della motocicletta ed è stato nuovamente migliorato per il Rally Dakar 2013.

Un tema complesso e, al contempo, importante, è anche l’impianto elettrico, perché una moto da rally è equipaggiata con numerosi componenti di navigazione e di sicurezza. La Husqvarna TE449 by Speedbrain è dotata di un impianto elettrico sviluppato appositamente per questa motocicletta, ed è soggetta a continui interventi di modifica e perfezionamento. Inoltre, dopo la Dakar 2012 Speedbrain ha rivisitato l’intera ciclistica, sviluppandola parzialmente ex novo. La motocicletta che parteciperà al Rally Dakar 2013 rappresenta un perfezionamento della moto utilizzata in occasione della Dakar 2012.

Una delle caratteristiche della versione rally è un pacchetto di ciclistica e telaio estremamente compatto. Questo permette d’integrare in modo perfetto il serbatoio centrale e quello posteriore, che è diviso in due, garantendo al pilota la massima libertà di movimento e assicurando contemporaneamente ergonomia tipo enduro ed equilibrio perfetto. L’estrema leggerezza della moto è assicurata dalla carena in carbonio e Kevlar, aerodinamicamente ottimizzata, e ad una speciale parte posteriore. La protezione per il motore, in carbonio/Kevlar, con serbatoio d’acqua integrato da tre litri, assicura un’ampia protezione del motore e del collettore di scarico.

Dati tecnici: Husqvarna TE449 RR by Speedbrain.
Motore monocilindrico a quattro tempi raffreddato ad acqua, due alberi a camme in testa, quattro valvole, lubrificazione a carter secco con radiatore ad olio, iniezione elettronica con collettore di aspirazione/gestione digitale motore

Alesaggio x corsa: 98 mm x 59,6 mm
Cambio: 6 rapporti
Cilindrata: 449,5 ccm
Sospensione anteriore: forcella telescopica WP a steli rovesciati big bore cone valve Ø 52mm
Sospensione posteriore: forcellone posteriore in alluminio con monoammortizzatore WP Traxx e link progressivo
Escursione anteriore: 300 mm
Escursione posteriore: 320 mm
Freno ruota anteriore: monodisco, Ø 298 mm, pinza flottante e doppio pistoncino
Freno ruota posteriore: monodisco, Ø 220 mm, pinza flottante e pistoncino unico
Peso a secco: circa 137 kg
Telaio: acciaio cromo-molibdeno
Telaietto ausiliare: serbatoio in materia plastica con funzione autoportante
Volume del serbatoio: circa 30 litri
Pneumatici: Michelin Desert Race

I piloti: equipaggiati per la sfida delle sfide.
Uno dei punti forti dell‘Husqvarna Rally Team by Speedbrain è il grande spirito di squadra. Il motto è: uno per tutti, tutti per uno. I piloti non lottano da soli, ma sono partner e team-player che si completano a vicenda e si supportano reciprocamente attraverso la collaborazione con gli ingegneri e i meccanici.

Joan Barreda (ESP / 29 anni).
Joan Barreda è il pilota di punta alla Dakar 2013. Il simpatico spagnolo viene dal motocross, anche se in questa disciplina la sua carriera non era mai decollata. Il motivo non erano la mancanza di talento o di velocità, perché Barreda dispone di entrambi in abbondanza. La causa è stata soprattutto la sfortuna e diverse lesioni. Wolfgang Fischer notò Barreda e decise di portarlo nei raid. In Speedbrain lo spagnolo ha trovato una nuova famiglia nella quale si sente veramente a proprio agio – ed è immediatamente partito bene. Nel 2012 ha partecipato al suo secondo Rally Dakar, per la prima volta con la squadra Husqvarna. In poco tempo è stato definito da molti come la grande scoperta del Rally. Alla Dakar è salito sul podio in quattro tappe. Il culmine è stato il trionfo alla decima tappa quando Barreda ha conquistato la storica prima vittoria in sella alla Husqvarna TE449 by Speedbrain. Nella classifica finale Barreda avrebbe potuto puntare al podio già in occasione della Dakar 2012 se il terzo e il quarto giorno non avesse perso troppo tempo a causa di una caduta e al conseguente danneggiamento della ruota posteriore.

Nei mesi successivi Barreda ha dimostrato che i suoi successi in Sudamerica non erano casuali e ha trasformato la sua velocità in risultati. Già all’inizio di aprile è salito sul secondo gradino del podio all’Abu Dhabi Rally Challenge, la manifestazione inaugurale del FIM Cross Country Rallies World Championship. Ad ulteriore dimostrazione delle sue capacità la vittoria alla Baja España Aragón a luglio di quest’anno.

In occasione del famoso e rinomato Rally dei Faraoni che si è tenuto in Egitto all’inizio di ottobre ha posto un’altra pietra miliare: la prima vittoria di Husqvarna in un raid. In occasione dell’ Oil Libya Rallye du Maroc di ottobre ha vinto una tappa e ha conquistato il secondo posto nella classifica finale.

“Mancano solo poche settimane all’inizio della Dakar”, afferma Barreda. “Tutto il team lavora per questa gara. Negli ultimi rally abbiamo dato prova di essere in grado di essere veloci. Adesso si tratta di essere in perfetta forma fisica. Anzi, adesso ci alleneremo ancora più del solito. Abbiamo una squadra forte e siamo molto concentrati. Per questo penso che porteremo a casa un buon risultato.”

Paulo Goncalves (POR / 33 anni).
Paulo Goncalves, portoghese, padre di famiglia, è legato da molti anni alla Speedbrain ed è una costante all’interno della squadra, anche perché vanta una lunga esperienza alla Dakar. Nel gennaio del 2013 parteciperà per la settima volta alla classica gara del deserto. Goncalves è un vero team player, ha un rapporto quasi familiare con tutti e la sua personalità positiva ed allegra assicura buon umore nella squadra. E sulla moto ha velocità, abilità ed esperienza. In occasione dell’anteprima del team Speedbrain al Rally Dakar nel 2011 Goncalves è divenuto in breve tempo il pilota leader della squadra. Già nella terza tappa ha conquistato un podio con la sua BMW G450X. Due giorni dopo ha posto una pietra miliare: Goncalves ha conquistato la vittoria di tappa per la giovane squadra. Questa è stata la prima vittoria di tappa alla Dakar di una BMW dopo dieci anni. Un anno dopo, in occasione del Rally Dakar 2012, Goncalves ha conquistato altre due volte il podio con una vittoria di tappa. Anche lui puntava a uno dei primi tre posti nella classifica finale, grazie alla sua costanza e alla velocità e, alla fine, ha raggiunto il quarto posto. Ma nella seconda settimana una penalità di sei ore – molto discussa – lo ha fatto indietreggiare, distruggendo le sue speranze di conquistare uno dei primi posti.

In occasione dell‘Abu Dhabi Rally Challenge nel mese di aprile, Goncalves è salito sul podio al terzo posto insieme al suo collega del team Speedbrain, Barreda. Nella classifica finale del FIM Cross Country Rallies World Championship 2012 Goncalves ha raggiunto il quarto posto, perdendo solo per poco una posizione tra i primi tre. Come il suo compagno di squadra Barreda, Paulo ha vinto una tappa all’Oil Libya Rallye du Maroc. Adesso la sua concentrazione è dedicata interamente al Rally Dakar 2013.

“Per me, questo rally è un sogno”, spiega Goncalves. “Si potrebbe pensare che sia un’impresa impossibile. Io parto per la settima volta alla Dakar. Per questo mi sono prefissato un nuovo obiettivo: voglio conquistare il podio. Negli ultimi anni spesso ho concluso le tappe tra i primi tre. In occasione della prossima Dakar tenterò di non fare errori e contemporaneamente di guidare in modo sicuro e di conquistare così il podio nella classifica finale.”

Matthew “Matt” Fish (AUS / 32 anni).
Matt Fish è nuovo nell’Husqvarna Rally Team by Speedbrain. La sua prima presenza nella squadra risale a ottobre quando ha partecipato all’ Oil Libya Rally du Maroc in Marocco per familiarizzare con il team. L’australiano ha un’esperienza off road di 25 anni e viene considerato un vero specialista del deserto. In occasione della seconda corsa del FIM Cross Country Rallies World Championship a Qatar si è assicurato un posto tra i primi otto. Il Rally Dakar è però terra vergine per l’esperto pilota del deserto: egli celebrerà il suo debutto alla classica maratona nel 2013.

“Certo, non vedo l’ora di partire per la mia prima Dakar”, spiega Fish. “Da tanti anni questo è il mio obiettivo e per me si avvera un sogno. Nei primi due giri del Campionato mondiale ho avuto la possibilità di conoscere il team Husqvarna e Wolfgang Fischer e, in più, sono stato fortunato perché Wolfgang ha deciso di assegnarmi il ruolo di pilota di supporto. Il mio obiettivo è di arrivare alla meta della Dakar e di aiutare i ragazzi ogni volta che avranno bisogno di me.”

fonte: Comunicato Husqvarna

Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi