Jaguar XFR-S: la più veloce, potente e agile berlina sportiva Jaguar di sempre

jaguar-xfr-s-tre-quarti-anteriore

Il secondo modello a prestazioni ultra-elevate della serie Jaguar R-S, la XFR-S, si unisce alla XKR-S nell’esclusivo club dei 300 km/h, rappresentando una vivida espressione della lunga e leggendaria eredità delle berline sportive Jaguar.

La XFR-S racchiude in sé alcune delle caratteristiche della XKR-S e della nuova sportiva due-posti F-TYPE, per la più focalizzata sul guidatore, la più agile e la più reattiva della gamma delle berline Jaguar XF. La XFR-S è stata sviluppata dalla divisione specialistica ETO di Jaguar Land Rover.

Queste elettrizzanti prestazioni derivano dal motore a benzina 5.0 litri V8 sovralimentato che eroga 550 Cv e 680 Nm – 40 Cv e 55 Nm in più rispetto alla XFR. Incrementi resi possibili da modifiche apportate al sistema di gestione motore e all’ottimizzazione dei flussi d’aria in ingresso e in uscita dal motore.

Equipaggiata con il cambio a otto marce con la tecnologia Jaguar Quickshift (sviluppata per la F-TYPE), l’aumento della potenza del motore consente alla XFR-S di accelerare da 0 a 100 km/h in 4.6 secondi, con una velocità massima limitata elettronicamente a 300km/h.

Il flusso dell’aria è stato accuratamente studiato per permettere al motore di funzionare al massimo dell’efficienza e consentire all’auto di fendere l’aria in maniera pulita e sicura. Le modifiche alla carrozzeria hanno creato un aspetto tipicamente assertivo, a partire dalla sezione inferiore del paraurti anteriore con le prese d’aria più larghe, alette verticali e splitter anteriore in fibra di carbonio.

Longheroni più bassi ed esclusive lame aerodinamiche garantiscono un passaggio dell’aria più pulito lungo il lato della vettura e verso i lati più bassi del paraurti posteriore, mentre un diffusore posteriore in fibra di carbonio tra i terminali di scarico si estende sotto la parte posteriore della XFR-S per ridurre il sollevamento. Viene aiutato in questo da uno spoiler montato sul cofano posteriore. Il sollevamento complessivo è ridotto del 68%.

Gli esclusivi cerchi in lega leggera da 20” Varuna, sono più larghi e sono equipaggiati con pneumatici Pirelli specificatamente sviluppati, che conferiscono alla XFR-S un aspetto più muscolare, incrementando la sua aderenza e stabilità. Oltre ciò, un’ampia revisione delle sospensioni serve ad aumentare la rigidità laterale della sospensione del 30% per una maggiore precisione dello sterzo e migliore reattività.

La revisione della taratura delle molle e la regolazione degli ammortizzatori adattivi aumentano la sensazione di connettività diretta con l’asfalto, trasmettendo una maneggevolezza che ispira sicurezza e una guida controllata. Il differenziale elettronico attivo ricalibrato e le regolazioni del Dynamic Stability Control consentono ai guidatori più entusiasti di sfruttare al meglio l’enorme potenziale della XFR-S.

L’intenzione dell’auto è sottolineata dalla scelta dei materiali utilizzati per gli interni. Tra questi, la pelle in carbonio sui cuscini dei sedili e i braccioli e un cruscotto in Dark Aluminium, entrambi esclusivi per la gamma R-S. Un ulteriore tocco esclusivo è la scelta delle cuciture e delle bordature in contrasto che possono abbinate allo schema dei colori disponibili per l’esterno.

Motore 5.0 litri V8 Sovralimentato (S/C)
La XFR-S monta l’acclamato motore Jaguar 5.0 litri Sovralimentato a benzina nella sua forma più potente, abbinato a una trasmissione a otto marce con la funzione “Quickshift”. Questa nuova combinazione fornisce una miscela di brillante accelerazione, coinvolgimento del guidatore e controllo, oltre all’ingresso nel club deli 300 km/h.

Per liberare gli ulteriori 40 Cv e 55 Nm di coppia rispetto alla XFR, prese d’aria più grandi alloggiate nel paraurti inferiore della XFR-S consentono il passaggio di un maggior volume d’aria nel motore.

Il risultato è un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 4.6 secondi e una velocità massima elettronicamente limitata a 300 km/h.

Trasmissione otto marce Quickshift
La trasmissione automatica otto marce con tecnologia Quickshift ha ottimizzato i benefici della ricalibrazione del motore.

Sviluppata per la sportiva F-TYPE, il sistema Quickshift si adatta idealmente alle caratteristiche della XFR-S. Quando il guidatore cambia marcia manualmente utilizzando le palette montate al volante, la strategia del sistema “Quickshift” assicura cambi più rapidi grazie ad interventi rapidi e perfettamente sincronizzati della coppia motore.

Quando si scala marcia (sia manualmente che in modalità Sport) il sistema di gestione motore automaticamente apre e chiude la farfalla per assicurare che la XFR-S rimanga equilibrata e composta, particolarmente importante per l’entrata in curva. Questa funzione, inoltre, consente alla trasmissione di eseguire scalate di marcia multiple e molto rapide in caso di brusche frenate.

Quando funziona in modalità automatica, la trasmissione è in grado di rilevare il modo in cui la vettura è guidata, monitorando l’accelerazione e la frenata, le sterzate, l’attività del pedale del freno e dell’acceleratore, il carico stradale e la richiesta di kickdown. Qualora registri uno stile di guida più brillante, la trasmissione automaticamente rende i cambi marcia più aggressivi e sposta il punto di cambiata a un regime di giri più alto.

Il sistema Corner Recognition rileva quando l’auto sta per affrontare una curva, consentendo al cambio di mantenere la marcia corretta per l’uscita. La trasmissione inoltre riconosce quando l’auto sta effettuando una serie di manovre di sorpasso che richiedono rapidi cambi della posizione della farfalla e, piuttosto che passare a una marcia superiore, il cambio rimane nella marcia più bassa pronta per la successiva richiesta di accelerazione.

La trasmissione a otto rapporti, inoltre, consente alla XFR-S di essere equipaggiata con il sistema Jaguar Intelligent Stop/Start. Questo sistema automaticamente spegne il motore quando la vettura si ferma e viene azionato il pedale del freno. Quando il freno viene rilasciato, il sistema riavvia il motore in meno tempo di quanto serve al guidatore per spostare il piede sull’acceleratore.

fonte: Comunicato Jaguar

Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi