Al Concorso d'Eleganza di Villa d'Este la Rimac Concept_One

Rimac: La Concept One a Villa D’Este

28/05/2012
1.967 Views
Rimac-Concept_One-Muso

Al concorso di Eleganza di Villa d’este, uno dei concorsi più prestigioso al mondo sia per vetture d’epoca che concept car viaggianti e non era presente anche la Concep One la innovativa vettura elettrica della Rimac, una giovane società automobilistica Croata.

La linea della vettura è da hyper car, nulla dall’esterno farebbe pensare ad una vettura elettrica e per fortuna non sono presenti neanche dei riferimenti blue elettrico ai quali le case automobilistiche ci hanno abituato per sottolineare la propulsione del veicolo. Una linea pulita sia all’esterno che all’interno, pochi tagli o linee sporcano la fluidità della vettura, solo la parte finale risulta un po’ meno filante ma credo che sia una scelta obbligata dalle batterie elettriche (da 92 KW).

Gli interni, rossi e bianco panna, sono eleganti non banali e ralizzati una ottima esperienza di guida senza sacrificare il confort. I materiali scelti sono pregiati e di qualità.

Rimac-Concept_One-Interni

Il telaio è in fibra di carbonio. Freni carboceramici da 6 pistoncini nell’anteriore e 4 nel posteriore. Peso 1650 Kg.

Prestazioni incredibili per la Concept_One Rimac. Quasi 1090 cavalli, 3800 Nm, da 0 a 100 Km/h in 2.8 secondi e velocità massima autolimitata di 305 Km/h. Tutto questo grazie a 4 motori elettrici raffreddati a liquido a magneti permanenti posizionati sulle ruote (All Wheel Torque Vectoring (AWTV)).
Ogni ruota può accellerare e decellerare centinaia di volte al secondo garantendo oltre ad alte prestazioni un grande handling.

Rimac-Concept_One-Presa-Ricarica

Anche l’autonomia è record si parla di 600 Km.

Trovo la Rimac Automobili una delle più fresche case automobilistiche del momento in grado di proporre soluzioni originali e concrete, ripensando il modo di ralizzare una super car da altissime prestazioni. Trovate ulteriori informazioni su rimac-automobili.com

Paolo Morandi

Da sempre amante di motori e web. Le quattro ruote le preferisco classiche piccole, veloci e possibilmente inglesi.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi