Vespa LX e S: Arrivano le nuove 3 valvole

09/06/2012
1.699 Views
vespa-lx-s-3v

Il due ruote più popolare d’Europa e non solo si rinnova, Vespa aggiunge le nuove gamme LX e S 3V: due modelli che coniugano tutti i valori di Vespa, libertà, eleganza e accessibilità a nuovi standard in termini di bassi consumi, ridotte emissioni ed eccellenti prestazioni, grazie alla avanzatissima tecnologia dei nuovi motori 125 e 150cc a 3 valvole sviluppati dal Gruppo Piaggio.

Negli ultimi anni le eredi del “vespino” degli anni ’60 e ’70, Vespa LX e S, hanno incrementato di anno in anno il proprio successo. Vespa LX è il “due ruote” più venduto in Europa, nonché il “due ruote” europeo più venduto negli Stati Uniti. Vespa ad oggi viene prodotta in Italia, in Vietnam e in India con numeri che crescono di anno in anno nel 2003 il Gruppo Piaggio ha venduto 50.000 Vespa, nel 2006 le vendite hanno superato quota 100.000 e nel 2011 hanno doppiato le 150.000 unità.

Sulla nuova gamma dei “vespini” 125 e 150cc, Vespa LX e Vespa S, debuttano i nuovi motori che il Gruppo Piaggio ha sviluppato e industrializzato nei propri stabilimenti di Pontedera: una famiglia di propulsori 4 tempi 3 valvole di nuovissima generazione, che fissano nuovi standard dal punto di vista di consumi e inquinamento. Le nuove Vespa LX e S raggiungono infatti i 55 km/litro di percorrenza, -30% per i consumi di carburante e per le emissioni di CO2.

Con l’obiettivo di offrire prestazioni brillanti a fronte di consumi e di emissioni inquinanti drasticamente ridotti Vespa equipaggi i nuovi modelli con un moderno monocilindrico a 4 tempi 125 e 150cc con raffreddamento ad aria e alimentazione a iniezione elettronica, è dotato di un inedito sistema di distribuzione a 3 valvole che migliora l’aspirazione, aumentando l’efficienza del motore. Per diminuire gli attriti e migliorare la fluodinamica, la rotazione dell’albero motore e dell’asse a camme avvengono su cuscinetti a rulli, diminuendo la rumorosità meccanica e la potenza assorbita. Sono stati riprogettati il sistema di trasmissione finale, il raffreddamento e l’avviamento elettrico.

Aumento delle prestazioni e diminuzione dei consumi, alla velocità di 50 km/h si percorrono 55 km/l (circa il 30% in più rispetto al motore della precedente generazione). Anche le emissioni di CO2 sono abbattute del 30%. Inoltre gli intervalli di manutenzione salgono a 10.000 km, così da ridurre in misura importante i costi di gestione.

Su Vespa LX e Vespa S 3V rimangono intatte le caratteristiche imprescindibili di Vespa, come la struttura portante in acciaio, che funge da solido e robusto telaio. Anche la sospensione anteriore con monobraccio laterale, uno degli elementi più originali di Vespa, rimane orgogliosamente al suo posto.

Nonostante il suo grandissimo successo Vespa ritocca anche l’aspetto dei nuovi modelli. Il Centro Stile Piaggio ha ridisegnato la “cravatta”, ovvero la copertura centrale in rilievo che corre dal manubrio fino a lambire il parafango. Ognuno dei due modelli si caratterizza per un proprio personalissimo stile, enfatizzato dai numerosi fregi cromati su Vespa LX a sottolinearne l’eleganza, verniciati in nero su Vespa S a esaltarne la sportività. L’attenzione alle finiture è evidenziata dalle nuove manopole e dal battitacco in gomma della pedana su cui sono incisi il logo Vespa.

La nuova gamma Vespa LX e S 3V comprende 4 modelli: il 125 3V, il 150 3V e due motorizzazioni di 50 cc, una a 2 tempi, l’altra a 4 tempi e 4 valvole, entrambe raffreddate ad aria. Ricchissima la gamma colori (ben 5 tonalità per ciascun modello) e quella degli accessori dedicati.

I nuovi modelli arrivano poco prima del Vespa World Days 2012, la sesta edizione si terrà a Londra dal 14-17 giugno.

Tags
, , ,
Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi