Nissan ZEOD RC: il debutto questo weekend in Giappone

nissan-zeod-rc

Nissan ZEOD RC – Sono passati poco meno di quattro mesi da quando vi abbiamo parlato del prototipo Nissan ZEOD RC e oggi dopo otto mesi di intensi lavori di sviluppo, progettazione e costruzione, presso il centro Nismo è stata presenatat la rivoluzionaria auto da corsa elettrica di Nissan.

Il progetto Zero Emissions on Demand è passato da zero a ZEOD in appena 33 settimane dopo che Carlos Ghosn, presidente e CEO di Nissan, a febbraio dichiarò l’intenzione di Nissan di tornare a gareggiare alla 24 ore di Le Mans nel 2014, con un’auto completamente elettrica.

La ZEOD RC sarà in gara il prossimo anno a Le Mans dopo l’invito ricevuto dall’ “Automobile Club de l’Ouest” ad occupare il “Garage 56”, ovvero quello dedicato alle vetture sperimentali che si distinguono per tecnologie innovative.

Nissan sta usando la ZEOD RC come banco di prova per sviluppare nuove tecnologie per veicoli elettrici per il futuro programma LM P1.

La versione presentata oggi presenta un design evoluto con un o stile rinnovato rispetto al primo prototipo presentato quest’anno alla 24 ore di Le Mans. Inoltre la Nissan ZEOD RC si presenta con un nuovo impianto di raffreddamento e degli aggiornamenti aerodinamici.

La Nissan ZEOD RC sarà la prima vettura alimentata totalmente ad energia elettrica a completare un intero giro di gara da 8,5 miglia nel circuito di Le Mans. L’auto raggiungerà una velocità superiore ai 300 km/h (185 mph) e completerà un giro di pista del famoso circuito francese più rapidamente di una vettura LM GTE.

Il conducente sarà in grado, grazie a un pulsante, di passare dall’alimentazione elettrica a quella generata da un leggero motore turbo-compressore a combustione interna. La vettura – che condivide con la LEAF la stessa tecnologia per la batteria – si ricaricherà attraverso il sistema frenante, che andrà a rigenerare la batteria stessa.

Come promesso i fan saranno i primi a poter ammirare la Nissan ZEOD RC a Fuji nel paddock Nismo per tutta la durata del weekend di campionato del mondo Endurance FIA.

Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi