Spyker B6 Venator: un cacciatore d’asfalto

27/03/2013
1.449 Views
spyker-b6-venator-alto

Allo scorso salone di Ginevra Spyker, il produttore di auto olandese dalla lunga storia (la prima vettura fu infatti costruita nel 1898 su motore Benz), ha presentato il concept B6 Venator, una sportiva 2 porte con motore centrale, che rappresenta la vision del futuro del marchio.

Le linee sono moderne me fedeli allo stile Spyker. L’anteriore è riconoscibile dalla griglia con forme a V, che rappresentavano le Spyker nel secolo scorso. La luci a LED, 3D posteriori ricordano i postbruciatori dei moderni aerei militari (la storia della Spyker è legata agli aerei in paricolare quelli militari). Completano le linee dei bellissimi cerchi in lega da 19 pollici. Complessivamente trovo le linee della Venator fluide e dinamiche, forse un po’ troppo morbide per i miei gusti.

Gli ingterni sono luminosi e “spaziosi” con materiali e soluzioni insosuali su una vettura sportiva ma facilmente individuabili in un cockpit di un aereo. Anche alcuni bottoni e alcune colorazioni vogliono ricordare gli aerei.

La Venator è spinta da un motore V6 da oltre 375 cavalli montato trasversalmente. Cambio automatico a 6 rapporsi. Ha un telaio in alluminio e una carrozzeria in fibra di carbonio, soluzioni che favoriscono la leggerezza e la rigidità.

La Spyker B6 Venator inizierà la produzione nel 2014 e sarà distribuita in Europa, Medio Oriente, Asia Pacifica, India e infine Stati Uniti. Il costo dovrebbe aggirarsi sui 150 mila euro.

Paolo Morandi

Da sempre amante di motori e web. Le quattro ruote le preferisco classiche piccole, veloci e possibilmente inglesi.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi