Nissan: l’INNOVATION e l’EXCITEMENT al Motor Show di Bologna

Nissan per la 39° edizione del Bologna Motor Show non ha preparato solo un'esposizione di vetture ma vuole offrire al pubblico un'esperienza coinvolgente, esaltante e premiante
Nissan-INNOVATION-EXCITEMENT-01

Nissan al Motor Show di Bologna – Per Nissan Italia, il Motor Show di Bologna rappresenta un’opportunità di incontro con il pubblico italiano, al quale vuole offrire un’esperienza coinvolgente, esaltante e premiante. Più che un’esposizione di vetture, il programma che Nissan propone ai visitatori della rassegna bolognese è di grande intrattenimento e si sviluppa su vari temi e vari spazi, per un’immersione nel mondo Nissan che amplifichi la conoscenza dei valori e delle eccellenze per cui Nissan si distingue tra i marchi automobilistici.

Al Padiglione 25, sarà la “cattivissima” Pulsar Nismo Concept ad accogliere gli ospiti nello spazio che Nissan dedica, in particolare, all’Innovazione, con WIFI rigorosamente “open” per condividere le esperienze sui canali Social.

Uno schermo gigante riprodurrà il navigatore Connect di Nissan per illustrare l’eccellenza di un sofisticato dispositivo quale è l’Around View Monitor (AVM), che Nissan ha il merito di aver reso disponibile non solo nei modelli top di gamma, ma anche nelle vetture dei segmenti più accessibili del mercato. Pulsar, ad esempio, è l’unica vettura del segmento C a vantare questa tecnologia.

Grazie al lavoro congiunto di quattro telecamere grandangolari, collocate negli specchi laterali esterni, sul parabrezza e sulla parte posteriore del veicolo, vengono catturate immagini tutto intorno all’auto. Un avanzato software provvede a processare tali immagini e fonderle, restituendo al conducente – sul monitor del navigatore – un’unica vista aerea del suo veicolo Nissan (e di tutto lo spazio che lo circonda), come se lo si osservasse da un elicottero.
Con questa tecnologia, le manovre diventano più sicure anche negli spazi più angusti ed i parcheggi più facili. I visitatori del Bologna Motor Show potranno verificare personalmente le valenze dell’AVM: basterà recarsi alla pista dell’area esterna 45 e fare un test a bordo della Nissan Pulsar dotata del dispositivo. I vetri dell’auto saranno completamente oscurati, proprio per far comprendere come le manovre risultino perfette rinunciando alla vista umana e affidandosi all’AVM Nissan. Questa tecnologia, già disponibile su Juke, Note, Pulsar, Qashqai, X-Trail e Murano è una delle basi portanti per lo sviluppo della guida autonoma, che Nissan ha annunciato di voler implementare sulle proprie auto nell’arco dei prossimi anni. Infatti, l’AVM supporta nuove funzioni che vanno nella direzione della guida autonoma, come il Park Assist introdotto sui nuovi Qashqai e X-Trail.

Altra tecnologia protagonista al Motor Show è il Nissan Safety Shield, anch’essa supportata dall’AVM per la funzione Moving Object Detection, ovvero il rilevamento di oggetti in movimento intorno al veicolo, che vengono chiaramente visualizzati sullo schermo del navigatore. E’ una funzione particolarmente utile quando si esce, ad esempio, dal parcheggio di un centro commerciale, dove persone o carrelli della spesa possono avvicinarsi in modo potenzialmente pericoloso alle vetture in fase di retromarcia. La protezione del Safety Shield si esprime anche attraverso le funzioni di rilevamento di veicoli nel punto cieco o di allontanamento involontario dalla propria carreggiata e di potenziamento della frenata di emergenza. Finora appannaggio di veicoli di classe superiore, il Safety Shield equipaggia tutti i più recenti modelli Nissan e, su Qashqai e X-Trail, include anche altri elementi come il rilevamento della segnaletica stradale, dello stato di allerta del conducente e la regolazione automatica dei fari abbaglianti. Il pubblico del Motor Show potrà scoprire più da vicino queste tecnologie mettendosi al volante, nell’area 45, di Juke e degli altri crossover della gamma, Qashqai e X-Trail, e dell’ultima nata di Casa Nissan, la Pulsar. Sempre nell’area 45, uno di questi modelli avrà i vetri oscurati, per consentire un test di parcheggio con il solo ausilio dell’AVM.

Tornando all’area INNOVATION dell’esposizione Nissan al padiglione 25, il pubblico potrà anche provare l’ultima frontiera della realtà virtuale, con Nissan Juke Chase the Thrill. Indossando un Oculus VR DK2 e delle speciali scarpe su una pedana protetta, i visitatori si ritroveranno a inseguire Juke in una metropoli avveniristica dall’ambientazione ispirata a Blade Runner e che riprende la recente campagna televisiva di Juke. Grazie all’Oculus VR DK2, l’interazione coinvolge completamente ed amplifica la sensazione di trovarsi fisicamente calati in un’altra realtà.
L’esperienza di Nissan Juke Chase The Thrill viene proposta per la prima volta in Italia alla rassegna bolognese.

Sempre in tema di esperienze virtuali, non possono mancare in quest’area legata all’innovazione le postazioni di Sony Playstation, il partner Nissan nel fortunato progetto GT Academy che, giunto quest’anno alla sesta edizione, ha dimostrato di rappresentare il più moderno percorso per trasformare giocatori di videogame in piloti professionisti e di successo.

Proprio come i tanti appassionati di GT Academy, i visitatori del Motor Show potranno passare dall’emozione virtuale ad un esaltante bagno di realtà, con un giro della Motorsport Arena a bordo delle sportive Nissan accanto a Tonio Liuzzi, pilota professionista con esperienze di F1. Liuzzi è l’ambasciatore di GT Academy in Italia e partecipa attivamente in occasione della finale nazionale della ormai ben nota competizione nata dalla collaborazione tra PlayStation® e Nissan. Giunta nel 2014 alla sesta edizione, GT Academy utilizza il mondo virtuale del gioco Gran Turismo® per selezionare i migliori player e trasformarli in veri piloti professionisti. Dopo aver vinto il torneo virtuale, il primo passo verso la trasformazione in veri piloti avviene al Nismo Lab, un laboratorio che permette di individuare le qualità fisiche e psichiche dei potenziali piloti per definire al meglio il percorso di training. Al Motor Show, tutti potranno visitare il Nismo Lab e sottoporsi ai test attitudinale e scoprire, così, la vettura con cui potranno – a fianco di un pilota professionista – vivere l’emozione della MotorSport Arena.

In base al profilo ottenuto al Nismo Lab, infatti, potranno salire a bordo dell’icona sportiva GT-R, di 370Z Nismo, dell’esclusiva e potentissima Juke-R e di Juke Nismo RS, o provare il brivido della velocità a zero emissioni della LEAF Nismo RC.

DI CHE SPORTIVA SEI?
GT-R MY14: Per l’icona sportiva Nissan, l’evoluzione non finisce mai. Il model year 2014 offre un comfort di guida più fluido, maggiore raffinatezza e funzioni e finiture d’eccellenza, nello spirito di una straordinaria granturismo che coniuga prestazioni e tenuta di strada mozzafiato.
GT-R Nismo: Sviluppata, perfezionata e ottimizzata durante numerosi test in pista, Nissan GT-R Nismo è l’ammiraglia della gamma. Ispirata al mondo delle corse, abbina caratteristiche dinamiche da supercar con una rivoluzionaria aerodinamica e una manovrabilità di estrema precisione. Equipaggiata con l’apprezzato V6 biturbo da 3,8 litri, sviluppa 600 CV (441 kw). Il paraurti anteriore, la stecca nascosta del motore e lo spoiler posteriore in carbonio aumentano la deportanza, abbassando il baricentro e generando una capacità aggiuntiva di 100kg (a 300 km/h) rispetto al nuovo modello Nissan GT-R 2014.
370Z MY15: L’apprezzata due posti a trazione posteriore continua, nelle versioni coupé e cabrio, a rappresentare l’essenza del piacere di guida, per le prestazioni esaltanti abbinate ad un’aerodinamica di grande equilibrio, che le dona un comportamento sportivo impeccabile. Tra le tante novità introdotte nella gamma 2015 rientrano i cerchi da 18 pollici con finitura metallica. Montati di serie sui modelli Pack e standard, accentuano ulteriormente il carattere sportivo della 370Z, rendendola ancora più accattivante. Nuovi anche i sedili Spinal, concepiti per offrire un migliore supporto e una migliore rigidità, che si avvalgono di una costruzione a guscio, allo stesso tempo più robusta e più leggera delle precedenti strutture in metallo. Il risultato è una posizione di guida ottimizzata, maggiore comfort nelle curve ad alta velocità e un look più sportivo.
Per il MY15 della 370Z, anche le sospensioni sono rivisitate, per una migliorata qualità di marcia e un minore livello di rumorosità all’interno dell’abitacolo. Implementati sull’intera gamma (inclusa NISMO), i cambiamenti includono una diversa taratura per molle e ammortizzatori posteriori, un nuovo passaruota interno e una nuova moquette. Insieme, queste migliorie permettono di godersi appieno le eccezionali prestazioni della 370Z.
Invariate, invece, restano le caratteristiche che hanno res la 370Z una delle concorrenti più stimate della categoria. Sotto il cofano batte un motore V6 3.7 da 328 CV, che controlla le ruote posteriori attraverso un cambio manuale a sei rapporti o una trasmissione automatica a sei velocità. La 370Z rimane anche l’unica auto della categoria a offrire la tecnologia Syncro Rev Control, il primo sistema al mondo di regolazione automatica e sincronizzata della velocità del motore durante il cambio di marcia.

370Z Nismo: In linea con tutti i modelli Nissan NISMO, la nuova 370Z NISMO incarna l’essenza della guida sportiva, mettendo il conducente al centro dell’azione. Sfruttando 30 anni di spirito NISMO e know-how ingegneristico, la nuova versione è stata ampiamente rinnovata per offrire un’esperienza di guida più intensa e coinvolgente.
Il paraurti anteriore, completamente ridisegnato, include un sistema di aspirazione maggiorato, prese d’aria aggiuntive davanti ai passaruota e nuove luci diurne a LED. Tra le novità rientrano anche i profili neri dei fari, la speciale finitura rossa NISMO alla base del paraurti, sottoporta e specchietti retrovisori ridefiniti e l’inconfondibile logo NISMO. La nuova 370Z NISMO presenta anche nuovi cerchi in lega Rays da 19 pollici con finitura in colore nero e silver.
In coda, paraurti e spoiler assumono un nuovo aspetto: un esempio tangibile dell’approccio Nissan a design e ingegneria. Nell’ambito del completo restyling dell’assetto aerodinamico della 370Z NISMO, la nuova versione presenta uno spoiler posteriore più piccolo che agisce di concerto con il nuovo paraurti anteriore per garantire una maggiore deportanza alle alte velocità. Inoltre, la forza è ora distribuita in maniera più uniforme tra gli assali anteriore e posteriore, trasmettendo una maggiore sensazione di equilibrio. Stando ai calcoli effettuati da Nissan, il nuovo sistema aerodinamico introdotto sulla 370Z NISMO le conferisce più deportanza rispetto a qualsiasi altro competitor di categoria.
All’interno, il 370Z Nismo sfoggia nuovi sedili Recaro, notevolmente migliorati sul piano del supporto e del comfort. Basate sul popolare design Recaro Sportster, le nuove sedute sono state specificatamente adattate per l’uso sulla 370Z NISMO e integrano una serie di modifiche per offrire il massimo supporto ai conducenti. Ogni aspetto del sedile e la posizione all’interno dell’abitacolo sono stati analizzati da Nissan al fine di ottenere la posizione di guida perfetta. Adottando una nuova costruzione “a guscio”, rispetto alla tradizionale forma tubulare, Nissan è riuscita a migliorare la rigidità e a ridurre il peso contemporaneamente. Per completare l’opera, i sedili sono rivestiti in pelle rossa e nera e alcantara, in abbinamento al volante.
La nuova 370Z NISMO è alimentata da un motore sei cilindri da 3,7 litri e 344 CV di potenza, in grado di regalare un’esperienza di guida forte e indimenticabile. Con una coppia eccezionale ai bassi regimi e un’ampia variazione di potenza, la 370Z NISMO può schizzare da 0 a 100 km/h in soli 5,2 secondi. E grazie a un sistema a doppio scarico NISMO, anche la sonorità è perfettamente in linea con il carattere sportivo dell’auto.
Disponibile unicamente in versione coupé con cambio manuale a sei rapporti, la nuova 370Z NISMO presenta sospensioni migliorate, introdotte come parte degli aggiornamenti per la gamma 2015 (vedi sezione sottostante per maggiori dettagli). Per migliorare il comfort di guida, è stata modificata la taratura di ammortizzatori e molle posteriori, mentre le modifiche apportate alla moquette e alle protezioni interne dei passaruota posteriori hanno permesso di ridurre i rumori della strada.

LEAF Nismo RC: Il primo veicolo al mondo a emissioni zero per il mercato di massa incontra la filosofia delle “performance accessibili” di Nismo. Privata di porte posteriori, sedili di coda, bagagliaio, impianto audio, navigatore satellitare, tappeti e altri comfort e funzioni pratiche, la LEAF Nismo RC conserva tuttavia la somiglianza con LEAF berlina. RC significa “Racing Competition” ed è stata creata per esplorare le potenzialità delle auto ecologiche nelle competizioni agonistiche. Il modello ha fatto il suo debutto mondiale nel 2011 al Salone di New York. Nissan LEAF Nismo RC racchiude il talento di Nismo e degli ingegneri delle scuderie sportive di Super GT e FIA GT1. È un ‘laboratorio su ruote’ per lo sviluppo degli EV e dei sistemi aerodinamici, la piattaforma su cui Nissan può lavorare per una nuova generazione di bolidi rispettosi dell’ambiente.
Nissan LEAF Nismo RC è progettata come una vera auto da corsa, a partire dalla carrozzeria monoscocca in fibra di carbonio, composta da tre sezioni, con l’anteriore e la posteriore removibili. Altre caratteristiche salienti sono i finestrini fissi, i fari e le luci di coda a LED e l’alettone posteriore regolabile dal guidatore.
È 20 mm più lunga e 170 mm più larga del modello di serie. L’altezza è ribassata di 350 mm e la distanza da terra è di appena 60 mm. Pesa 938 kg, circa il 40% in meno della normale LEAF. Anche il layout di Nismo RC è notevolmente diverso dalla berlina prodotta in serie. Pacco batterie, motore elettrico e inverter adottano l’architettura posteriore-centrale. La versione Racing ha la trazione posteriore, mentre su Nissan LEAF è anteriore.
Nismo RC ha sospensioni anteriori e posteriori a doppia traversa e consente la regolazione del bilanciamento della frenata da parte del pilota. Poggia su cerchi da 18″ a 6 razze, con pneumatici Bridgestone P225/40R18 da competizione.
LEAF Nismo RC è alimentata da una batteria agli ioni di litio formata da 48 moduli compatti, e da un motore sincrono in c.a. da 80 kW che eroga 107 CV di potenza e 280 Nm di coppia. La ricarica all’80% della capacità impiega 30 minuti, attraverso la presa rapida CHAdeMO sotto la carenatura posteriore. A differenza delle normali auto da corsa, Nismo RC non ha tubo di scarico, non emette CO2 né altri gas serra durante la guida ed è completamente silenziosa.
Raggiunge i 100 km/h in 6,8 secondi e una velocità massima di 150 km/h. In condizioni di gara, ha un’autonomia di circa 20 minuti.
L’auto ha fatto delle apparizioni speciali in vari eventi motoristici in tutto il mondo, tra cui la 24 Ore di Le Mans in Francia e il Festival of Speed di Goodwood sulle colline inglesi, dove è stata il primo veicolo elettrico da competizione a cimentarsi nella famosa cronoscalata.

JUKE NISMO RS: Juke Nismo RS arriverà sul mercato italiano a Gennaio 2015. Il motore DIG-T da 1,6 litri di NISMO RS è stato rimesso a punto per innalzare la potenza da 200 CV (147 kW) a 218 CV (160 kW), mentre la coppia nelle versioni a trazione posteriore con cambio manuale passa dai già impressionanti 250 Nm a ben 280 Nm. Per fare in modo che questa potenza di coppia venga trasferita dal telaio alla strada, i modelli 2WD montano un differenziale meccanico autobloccante (LSD) sull’avantreno. I modelli a trazione integrale presentano l’avanzato sistema Torque Vectoring di serie, oltre che la trasmissione Xtronic di Nissan e una coppia di 250 Nm. I modelli con trasmissione Xtronic montano di serie anche le leve al volante per la gestione della modalità manuale a otto rapporti.
Le migliorie prestazionali di NISMO RS si accompagnano anche ad un “sound” d’impronta più sportiva: merito di un impianto di scarico messo a punto, con un silenziatore dal diametro più largo.
Tra gli altri miglioramenti legati alle performance potenziate del motore figura anche il rafforzamento strategico della scocca, volto ad aumentare ulteriormente la rigidità torsionale; l’impianto frenante, invece, offre una migliore compensazione del fade nell’uso intenso e ripetuto. I dischi anteriori passano da 296 mm a 320 mm, mentre i dischi posteriori da oggi sono ventilati. Completano le modifiche al telaio le impostazioni riviste per molle e ammortizzatori.
Juke NISMO RS si distingue nettamente grazie alle pinze dei freni rosse e al discreto logo ‘RS’ collocato sul frontale e in coda. A bordo, il logo RS compare nel contagiri, all’interno di un elegante quadro strumenti rivestito in camoscio. Un’accattivante finitura “water print” su manopola/leve del cambio e nella parte centrale della plancia conferisce all’abitacolo il tocco finale.
La dotazione opzionale della versione RS prevede gli speciali sedili sportivi ad alto contenimento Recaro, fari allo xeno, sistema Around View Monitor e pacchetto Safety Shield di Nissan, comprensivo delle funzioni Lane Departure Warning, Blind Spot Warning e Moving Object Detection, che emettono segnalazioni visive e acustiche per scongiurare potenziali collisioni.
Juke NISMO RS è disponibile in tre colori, White Pearl, Black Metallic e Silver Grey, con speciali interni allestiti ad hoc.
Gli esterni ancora più aerodinamici di NISMO RS presentano paraurti anteriori e posteriori ribassati, parafanghi più ampi, minigonne sottoporta, griglia anteriore a V con cromatura scura – su cui campeggia il nuovo logo del marchio – e spoiler di coda per un controllo ottimale del flusso d’aria. Realizzati grazie all’esperienza conquistata sui circuiti di gara, i miglioramenti aerodinamici riducono la portanza anteriore e posteriore senza aumentare la resistenza.
Tra gli inconfondibili tocchi stilistici di NISMO spiccano le calotte degli specchietti rosse e il profilo rosso che definisce tutta la parte inferiore dell’auto. Completano il quadro le nuove luci diurne a LED, inserite nelle porzioni inferiori della griglia frontale, e gli accattivanti cerchi in lega da 18″, che accentuano l’immagine grintosa del nuovo Juke.
L’impronta NISMO prosegue nell’abitacolo, con l’ispirazione sportiva che caratterizza volante, pedali, strumenti, leva del cambio e pannelli alle portiere. Gli speciali sedili sportivi NISMO, con rivestimento scamosciato e impunture rosse, assicurano livelli ottimali di sostegno e comfort nelle curve.
Le varie modifiche introdotte nell’intera gamma del nuovo Juke si ritrovano anche nella versione NISMO RS. Le più evidenti, all’esterno, sono i gruppi ottici superiori ridisegnati, le luci di coda a boomerang riviste e gli specchietti con indicatori di direzione a LED integrati.
L’enorme potenziale prestazionale di Juke NISMO non va affatto a discapito della praticità, anzi. Le versioni 2WD, ad esempio, offrono il 40% in più di capacità di carico grazie all’ottimizzazione degli spazi interni del bagagliaio, mentre il doppio pianale e i sedili posteriori completamente abbattibili rendono ancora più flessibile lo sfruttamento degli interni.

JUKE R: La storia di Juke-R è iniziata quando è stato svelato per la prima volta come prototipo in esemplare unico nel mese di gennaio 2012 a Dubai. Pur non essendo destinato alla produzione – né reale, né virtuale – lo spregiudicato crossover compatto della gamma Nissan è subito diventato una vera e propria leggenda nel mondo automobilistico. Con il cuore tecnologico di una GT-R sotto la muscolosa scocca ridisegnata di un Juke, la R è unica nel suo genere. Il prototipo ha raccolto un successo incredibile su YouTube, dove ha raggiunto un numero di svariati milioni di visualizzazioni, ed ha portato tre ordinazioni da parte di collezionisti conquistati dal progetto. Nasceva così la limitatissima serie di Juke-R, il cui prezzo di partenza era di 500.000 euro.
Design e innovazioni tecnologiche: Il lavoro di sviluppo è consistito nel trasformare un prototipo in un modello per la vendita, seppur in tiratura molto ristretta. Costruito da RML, leader dell’automobilismo sportivo, con la consulenza del Nissan Technical Centre Europe (NTC-E), Juke-R utilizza la trasmissione e le sospensioni della supercar Nissan GT-R con un roll-cage su specifiche FIA. Grazie all’esperienza del Nissan Technical Centre Europe (NTC-E), la versione di produzione è risultata più potente del prototipo, con 545 CV erogati dall’avanzato motore avanzato biturbo da 3,8 litri. Prestazioni incredibili, un’accelerazione stimata da 0 a 100 in soli 3 secondi e una velocità massima in marcia di 275 km/h.

fonte: comunicato Nissan

Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi