Ferrari Racing Days 2015

Ferrari Racing Days: Il cavallino rampante nel sud degli States

I Ferrari Racing Days hanno portato un assaggio di sapore italiano nel sud degli Stati Uniti d’America visto che il Challenge North America, i Programmi XX e le F1 Clienti sono sbarcati al NOLA Motorsports Park per celebrare in grande stile un festival della Casa del Cavallino Rampante.
07/10/2015
1.938 Views

Ferrari Racing Days 2015

Ferrari – I Ferrari Racing Days hanno portato un assaggio di sapore italiano nel sud degli Stati Uniti d’America visto che il Challenge North America, i Programmi XX e le F1 Clienti sono sbarcati al NOLA Motorsports Park per celebrare in grande stile un festival della Casa del Cavallino Rampante. La pista, che sorge alla periferia di New Orleans, è stata il luogo perfetto per l’esibizione di tante vetture, con potenze che oscillavano tra i 561 cavalli e gli oltre mille.

Le fantastiche quattro. E a tal proposito, non una ma quattro FXX K (leggi qui: Ferrari: Svelata LaFerrari FXX K) hanno fatto il loro debutto sul suolo americano questo fine settimana. La vettura derivata da LaFerrari è dotata di ben 1050 cavalli, 860 provenienti dal motore termico V12 e 190 dalla parte ibrida (Kers). Per quasi quattro ore queste vetture hanno potuto calcare la pista deliziando i tifosi con il suono del motore. Le FXX K sono state accompagnate da due esemplari della precedente vettura dei Programmi XX, la 599XX, che hanno dato ugualmente spettacolo lungo i 2,74 miglia (4,42 chilometri) della pista della Louisiana.

Gioiello dal passato. Al NOLA c’era anche una parte della storia della Ferrari visto che Marc Gené, collaudatore della Scuderia, consulente e tutor dei piloti di F1 Clienti, è sceso in pista con una F2003-GA appartenuta a Rubens Barrichello ottenendo il record ufficioso del tracciato battendo di quasi tre secondi il primato della pista ufficiale stabilito dal pilota IndyCar, Tony Kanaan.

Challenge. Il weekend ha anche offerto il penultimo round del Ferrari Challenge North America prima che i piloti e le loro 458 Challenge EVO prendano il mare per raggiungere le Finali Mondiali del Mugello (5-8 novembre), in Italia. Oggi nonostante il cielo grigio e il forte vento la competizione è stata eccezionale con le vittorie di Ziad Ghandour, Anthony Imperato e Chris Cagnazzi.

Il paddock. Anche per chi ha preferito andare su e giù per il paddock il divertimento non è mancato: i fan hanno avuto la possibilità di interagire con il personale dei team o di osservare tutte le operazioni necessarie per mettere la vettura in condizione di gareggiare nel campionato monomarca. I camion allineati nel paddock vicino alla Fan Zone offrivano uno splendido colpo d’occhio con lo spazio per comprare il merchandising ma anche quello per ammirare l’intera gamma Ferrari. La più fotografata, oggi, è stata senza dubbio la neonata 488 Spider (leggi qui: Ferrari 488 Spider: la nuova scoperta della casa di Maranello), appena presentata al Salone di Francoforte.

fonte: comunicato Ferrari

Paolo Morandi

Da sempre amante di motori e web. Le quattro ruote le preferisco classiche piccole, veloci e possibilmente inglesi.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi