AMG GT R

AMG GT: arriva la “R” da 585 cavalli

Studiata al Nurburgring, arriva la nuova AMG GT, la versione R, la "sorella" targata della GT3 AMG
27/06/2016
1.198 Views

AMG GT R

AMG GT R – Al Festival of Speed di Goodwood, AMG presenta la versione più estrema della GT, la GT R. Sviluppata direttamente nell’ “Inferno Verde” del Nurburgring, la nuova AMG monta un motore anteriore V8 4 litri in grado di erogare 585 cavalli (75 in più della GT S) a 6250 giri. Raggiunge i 100 in circa 3,5 secondi e supera i 315 Km/h.

“Con la nuova AMG GT R, abbiamo raggiunto un nuovo livello di prestazioni di guida. Questa vettura sportiva stradale, con geni delle corse automobilistiche e soluzioni innovative, offre un’esperienza di guida che trasuda sportività da ogni poro. Combina la dinamica di guida della nostra GT3 AMG da corsa con la praticità da auto di tutti i giorni della AMG GT.  Quelli con la benzina nel vene saranno entusiasti per l’accelerazione longitudinale e laterale radicali, la precisione in curva e l’eccezionale grip. Abbiamo modificato tutte le componenti legate alle prestazioni per offrire il massimo dalla guida.” ha affermato Tobias Moers, CEO di Mercedes-AMG GmbH.

AMG GT R Motore

Sospensioni ampiamente modificate, una nuova aerodinamica e una sapiente azione di alleggerimento contribuiscono alle eccezionali doti dinamiche della GT R.  All’esterno l’esclusivo colore “AMG Green Hell Mangno” richiama il luogo di nascita della vettura. Gli ampi parafanghi anteriori e posteriori permettono un aumento della carreggiata che consente una maggiore tenuta e una maggiore velocità in curva.  La grande ala posteriore e una nuova fascia posteriore con doppio diffusore migliorano l’efficienza aerodinamica e contribuiscono a garantire il grip. I cerchi sono stati realizzati adhoc per poter massimizzare le performance e montano pneumatici 275/35 ZR19 all’anteriore e 325/30 ZR20 al posteriore.

AMG GT R Alta Dinamica

Il nuovo sistema di controllo della traizone AMG, deriva direttamente dal motorsport e permette al guidatore di  pre-selezionare lo slittamento dell’asse posteriore su nove livelli. Proprio come nella auto da corsa AMG GT3, che isola la presa sulle ruote motrici e non influenza la stabilità fornita dal ESP.

Paolo Morandi

Da sempre amante di motori e web. Le quattro ruote le preferisco classiche piccole, veloci e possibilmente inglesi.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi