smart readty to share

smart: lancia il car sharing tra privati

Partirà da Stoccarda e Colonia il nuovo servizio di car sharing tra privati di smart
11/01/2017
746 Views

smart ready to share – questo il nome del nuovissimo servizio offerto da smart, che rende il car sharing privato facile, pratico e sicuro tanto quanto l’utilizzo di car2go. In pochi secondi, tramite il proprio smartphone, gli utilizzatori autorizzati possono salire a bordo e mettersi alla guida della smart di un amico. ‘smart ready to share’ sarà inizialmente disponibile in una serie di città tedesche selezionate già dalla prossima primavera.

Nel 2008 car2go è stato il primo modello di car sharing a flusso libero a livello mondiale e da allora ha riscosso grande successo in tutto il mondo. Oggi è possibile noleggiare le smart car2go in ben 29 città, ovunque ed in ogni momento a prezzi vantaggiosi. Dalla prossima primavera smart, pioniere della mobilità urbana per antonomasia, aggiunge una nuova pietra miliare nel megatrend della sharing economy e grazie a ‘smart ready to share’, anche il car sharing privato diventa realtà. Un innovativo progetto che si rivolge ai giovani, ma anche da liberi professionisti e piccoli imprenditori, che possono così gestire il proprio parco veicoli in modo efficiente.

Il car sharing sta trasformando il modo in cui vengono gestiti i veicoli: “Molte persone hanno iniziato a cambiare la propria mentalità, passando da una visione della società incentrata sull’Io a una incentrata sul Noi”, ha dichiarato Annette Winkler, CEO di smart.

“La nuova cultura della condivisione salvaguarda le risorse, è ecologica e sostenibile e da lungo tempo si è affermata anche nel mondo automotive. Il servizio di car sharing privato smart ready to share è stato concepito per contribuire a migliorare la qualità della vita nei centri urbani. Il debutto in anteprima di questo servizio può essere equiparato all’AirBnB del settore automobilistico”.

smart ready to share app

Tre i fattori che rendono il servizio ‘smart ready to share’ semplicemente unico:

  • la sicurezza di una soluzione messa a disposizione dal Costruttore
  • il controllo completo da parte del proprietario della vettura in qualità di unico gestore e persona con potere decisionale
  • la semplicità di utilizzo e i costi contenuti

‘smart ready to share’ parte inizialmente come offerta supplementare di ‘smart ready to drop’, il più grande test pilota di ‘in-car delivery’ che sia mai stato condotto in Germania. I partecipanti a questo beta test potranno fare esperienza con ‘smart ready to share’ a partire dalla prossima primavera, noleggiando la propria smart ad amici, colleghi e parenti.

Diverse centinaia di persone hanno già aderito a ‘smart ready to drop’ a Stoccarda ed a Colonia, mentre a Berlino e Bonn il progetto partirà entro questo mese. Il progetto ‘smart ready to share’ si inserisce nell’ambito della strategia aziendale CASE: tale acronimo riassume l’orientamento strategico adottato da Mercedes-Benz Cars, che riunisce in un unico concetto temi importanti per il futuro quali ‘connectivity’, ‘guida autonoma’, ‘sharing’ e ‘trazione elettrica’.

 

‘smart ready to share’ prevede l’impiego di uno smartphone e si avvale della funzione ‘Keyless Entry’ della vettura. Al riguardo, la ‘Connectivity Box’, installata dietro il parabrezza, comunica con l’app ‘smart ready to’, a cui i partecipanti ‘smart ready to drop’ hanno già provveduto a registrarsi.

Nella fase successiva il proprietario della smart può inserire il periodo di tempo in cui la sua vettura sarà disponibile, invitando amici e colleghi a utilizzarla. Questi ultimi ricevono poi una e-mail, al fine di potersi registrare e creare un account. Successivamente, le persone abilitate dal guidatore della smart hanno la possibilità di prenotare la vettura utilizzando l’app sbloccandone le porte tramite il proprio smartphone. L’app funge anche da registro di bordo digitale della vettura, rendendo così il servizio di car sharing estremamente facile, chiaro e sicuro per tutti gli utilizzatori.

Il proprietario della smart può attivare anche la cosiddetta funzione ‘Homezone’, che gli consente di indicare dove desidera che la vettura venga restituita.

smart ready to share tablet

Il proprietario deve infine lasciare una chiave della vettura all’interno della smart, affinché gli utilizzatori autorizzati possano mettersi alla guida. Al termine del viaggio la vettura viene nuovamente chiusa mediante l’app e la prenotazione conclusa. Successivamente la vettura è di nuovo disponibile per essere noleggiata da tutti gli altri utilizzatori.

Nel corso del beta test smart coprirà eventuali costi extra di assicurazione, mentre per l’introduzione in serie è previsto che i proprietari del veicolo abbiano la possibilità di condividere con gli altri utilizzatori oltre alla vettura anche i relativi costi. L’app ‘smart ready to’ semplificherà al massimo il calcolo degli addebiti.

fonte: comunicato smart

Paolo Morandi

Da sempre amante di motori e web. Le quattro ruote le preferisco classiche piccole, veloci e possibilmente inglesi.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi