Lexus LF-1 Limitless: l’ammiraglia crossover

Un crossover di lusso che fonde spazio, prestazioni e lusso sfrenato. E' la concept Lexus LF-1 Limitless presentato al Salone di Ginevra 2018
16/03/2018
Lexus-LF-1 Limitless Concept GIMS 2018

Lexus ha inventato il segmento dei crossover di lusso due decenni fa con la presentazione del RX 300 al Salone di Detroit, vettura che rimase best seller della sua categoria nonostante l’arrivo di decine di concorrenti.

La concept presentata quest’anno al Salone di Ginevra, Lexus LF-1 Limitless, introduce una nuova specie di veicoli di lusso: il crossover “ammiraglia”. Combinando alte prestazioni con un lusso sfrenato, la LF-1 Limitless è una showcar che unisce tecnologia, innovazione e l’ultima evoluzione del design Lexus.

Lexus-LF-1 Limitless Concept GIMS 2018

Lexus-LF-1 Limitless Concept GIMS 2018

L’innovativo spirito della concept è stato creato dal CALTY Design Research in California. Lo stile si rifà a quello semplice ed elegante soprannominato “molten katana”: un design che fonde le forme organiche del metallo liquido alle affilate linee della tradizionale spada giapponese.

Come nelle recenti Lexus, la griglia anteriore assume dimensioni sproporzionate e dominanti. Il lungo cofano trasmette un look da berlina sportiva. L’ampio tetto in vetro aiuta ad aumentare l’appeal del concept e sposta l’attenzione verso gli interni.

Lexus-LF-1 Limitless Concept Cockpit

Lexus-LF-1 Limitless Concept Cockpit

“Questa è la nostra visione di una nuova ammiraglia che abbraccia le capacità di un crossover senza rinunciare alle performance e al lusso delle berline top di gamma di oggi.” ha dichiarato Kevin Hunter, President, CALTY Design Research Inc. che ha aggiunto: “La Lexus LF-1 Limitless incorpora tecnologie immaginarie creando, al contempo, una forte connessione emozionale aumentando l’esperienza umana di pilota e passeggeri”

Il massimo confort per ogni passeggero era l’obbiettivo principale per gli interni. La LF-1 riporta nei suoi spazi la tradizione giapponese del omotenashi (ospitalità). La spazio per i passeggeri anteriori è molto più aperto, con meno controlli e dashboard senza ostacoli. Dietro, i passeggeri, possono contare sugli stessi sedili dei passeggeri anteriori, ma con maggiore spazio per le gambe. Grande attenzione è stata messa nella illuminazione e nella scelta dei materiali.

Paolo Morandi

Da sempre amante di motori e web. Le quattro ruote le preferisco classiche piccole, veloci e possibilmente inglesi.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi