Yamaha MT-09 MY 2014

Yamaha MT-09: la naked sportiva si rinnova

14/06/2013
2.726 Views
yamaha-mt-09-my-2014-in-strada

Yamaha assume significati diversi a seconda della propria passione motociclistica per alcuni significa prestazioni-limite delle bicilindriche a 2 tempi, per i fuoristradisti vuol dire XT e Ténéré e infine gli amanti delle supersportive riassumono il tutto semplicemente con R1, la nuova Yamaha MT-09 è tutto questo una naked aggressiva con l’agilità di una motard su tutti i percorsi.

The Dark Side of Japan da qui prende ispirazione la MT-09. A prima vista il Giappone può sembrare una società attenta alla tradizione ed al rispetto delle regole, in realtà l’immagine stereotipata del Paese nasconde un groviglio di sub culture, da cui nascono nuove mode ed emergono nuove idee. Dallo spettacolo del “drift racing” alla follia della gare di speedway, l’altra faccia del Giappone ha generato tendenze selvagge e magnetiche. Proprio dal lato oscuro e anticonformista del Giappone prende vita la Yamaha MT-09.

yamaha-mt-09-my-2014-deep-armor-tre-quarti-anteriore

Il motore è un rivoluzionario 850 cc a 3 cilindri con il rapporto peso-potenza più favorevole tra le “medie” di cilindrata elevata. La scelta del 3 cilindri nasce dalla voglia di creare una moto adatta all’utilizzo di tutti i giorni ma con un motore che all’occorrenza mostri carattere.
Il tre cilindri è pronto a regalare emozioni sia per chi scende da una 1000 cc sia per chi sale da una 600 cc. Coppia mostruosa, grande maneggevolezza e controllo totale questo riassume il piacere di guida della Yamaha MT-09.

Il nuovo motore a 3 cilindri di MT-09 è stato sviluppato nel segno della filosofia “crossplane” Yamaha (ispirata dal celeberrimo albero a croce di YZF-R1), un approccio che mira ad assicurare una risposta istantanea e una coppia elevata nei bassi e medi regimi. Una delle caratteristiche intrinseche del frazionamento a 3 cilindri è proprio la coppia lineare che, insieme all’erogazione di potenza immediata, contribuisce a definire il carattere della nuova MT-09.

L’adozione del motore a 3 cilindri rende ovviamente la moto più leggera, snella e compatta di una quadricilindrica: il motore di MT-09 pesa circa 10 kg in meno rispetto a quello di FZ8. Questo ha consentito di realizzare un telaio altrettanto compatto e quindi molto maneggevole. La larghezza complessiva del motore è stata ridotta anche inserendo a pressione gli ingranaggi sull’albero, una soluzione che ha permesso di ridurre lo spazio tra i cilindri.

Grazie ad un nuovo sistema di alimentazione la MT-09 monta una pompa carburante leggera e compatta che ha permesso di montare un serbatoio da 14 litri che insieme alla gestione elettronica dell’acceleratore (YCC-T)
hanno aumentandone l’autonomia portandola a circa 240 km.

yamaha-mt-09-my-2014-quadro

Il sistema D-Mode Yamaha permette al pilota di scegliere tra tre diverse mappature della centralina: modalità STD (standard), “A” e “B”.

La modalità standard (STD) è studiata per essere usata in una varietà di situazione e di percorsi, e permette al pilota di godersi l’erogazione di coppia lineare della moto e le prestazioni di vertice a tutti i regimi di giri, dai bassi fino al limite del contagiri.

Nella modalità “A” il motore eroga il massimo livello di adrenalina. Questa mappatura offre una risposta più rapida ai bassi e medi regimi, per un carattere più deciso del motore e un’esperienza di guida più aggressiva.

Infine, la modalità “B” mette a disposizione una risposta più dolce, con caratteristiche di erogazione che esaltano la guidabilità. Il setting perfetto per la città, in condizioni climatiche avverse o su terreni difficili.

Contenere il peso e risparmiare spazio sono stati due imperativi nel corso del progetto. Il risultato è una delle moto più leggere sopra i 700 cc di cilindrata, con un peso in assetto di marcia con pieno di benzina di 188 kg, ed un peso a secco di 171 kg.

Queste sono le caratteristiche tecniche del nuovo 3 cilindri:
– Motore da 847 cc, 4 tempi, 3 cilindri, 4 valvole, DOHC, raffreddato a liquido
– 115 CV a 10.000 giri/min
– 85 Nm a 8.500 giri/min
– Alesaggio x corsa 78 mm x 59,1 mm
– Albero motore a 120º con intervalli di accensione a 0º, 240º and 480º
– Angolo tra le valvole più stretto, rapporto di compressione 11,5:1
– Albero di bilanciamento compatto
– Iniezione elettronica con YCC-T
– Massima efficienza nella combustione, serbatoio da 14 litri con oltre 240 km di autonomia
– Pistoni forgiati in alluminio e cilindri con riporto diretto
– Layout offset dei 3 cilindri
– Aspirazione con condotti di lunghezza diversa
– Nuova trasmissione a 6 marce con frizione compatta
– Impianto di raffreddamento semplificato
– Scarico integrato, marmitta 3 in 1
– Coppa dell’olio compatta, permette un angolo di piega di 51°
– Mappatura regolabile con sistema D-Mode Yamaha
– Motore compatto e leggero: solo 60 kg

yamaha-mt-09-my-2014-mt-09-motore

Oltre ad un nuovo motore i tecnici Yamaha hanno sviluppato un nuovo telaio in alluminio, leggero e compatto che permette al pilota di sfruttare al meglio il potenziale del nuovo motore.

Le prestazioni più elevate richiedono anche un impianto frenante all’altezza. Il nuovo impianto frenante è stato progettato per offrire sensibilità e confidenza immediata. I due dischi anteriori flottanti sono azionati da pinze radiali a 4 pistoncini contrapposti, per frenate decise e in pieno controllo. Dell’impianto fanno parte anche la nuova pompa e i condotti dei freni, entrambi con specifiche di riferimento. Per aumentare la resistenza al “fading”, le pastiglie sinterizzate sono di serie. Il freno posteriore è a disco e misura 245 mm, con pinza a perno scorrevole, ideale per feeling e controllo.

La Yamaha MT-09 monta dei nuovi cerchi e nuovi pneumatici radiali. I cerchi sono in alluminio a 10 razze, sull’anteriore viene montato un pneumatico 120/70ZR17 e sul posteriore un 180/55ZR17.

Il piacere di guida è dato anche dalla posizione, la nuova MT-09 da questo punto di vista è molto versatile adatta a piloti di tutte le taglie e permette di adattare la posizione al proprio stile di guida.
Nuova sella lunga 400 mm e con un profilo quasi piatto che permette al pilota di adattare la posizione alle diverse situazioni. Nella parte anteriore c’è una sezione zigrinata che offre un grip eccellente.
Il serbatoio in acciaio è stato realizzato usando un nuovo processo di fabbricazione, per ottenere curve molto strette che prima d’ora non era mai stato possibile ricavare dall’acciaio. Il nuovo serbatoio è anche molto stretto nella zona vicina alla sella, e le profonde rientranze in corrispondenza delle ginocchia permettono al pilota di adottare una posizione di guida raccolta, aumentando il comfort.
Il manubrio largo, leggero e a sezione conica, è una new entry nelle moto sportive Yamaha. Per consentire una posizione di guida naturale ed eretta, è montato piuttosto in alto rispetto alla piastra superiore di sterzo in alluminio.

Yamaha MT-09 è disponibile nei colori:
– Deep Armor con grafiche MT sul serbatoio
– Blazing Orange con grafiche MT sul serbatoio
– Race Blu
– Matt Grey

La nuova Yamaha MT-09 sarà disponibile da settembre 2013 ad un prezzo che ancora non è stato dichiarato.

AGGIORNAMENTO

E’ stato diffuso il prezzo. La Yamaha MT-09 partirà da 7890 euro. (Yamaha MT-09 Prezzo)

Qui trovate le specifiche della Yamaha MT-09 MY 2014.

Tags
,
Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi