MV Agusta Rivale 800: la nostra prova

28/10/2013
4.298 Views
mv-agusta-rivale-800-posto-guida

In occasione dll’Open Day organizzato nei concessionari MV Agusta abbiamo avuto il piacere di salire in sella alla nuova Rivale 800 per una breve prova.

Appena salito in sella la sensazione è quella di un’impostazione di guida molto spostata in avanti e neanche troppo comoda sensazione completamente sbagliata non appena si parte e si mettono i piedi sulle pedane ci si trova subito a proprio agio. La sella non è molto imbottita e forse per le lunghe percorrenze non proprio comoda ma permette di sentire perfettamente la moto.

Muovendosi nel traffico la moto risulta molto maneggevole ma si deve fare attenzione agli specchietti posti ai lati delle manopole che aumentano e non di poco l’ingombro.

La strumentazione completamente elettronica fornisce tutte le informazioni di cui si ha bisogno con un semplice sguardo. Possiamo tener sotto’occhio la marcia, l’impostazione di guida selezionata, il livello del traction control, ecc…

Passiamo alle sensazioni di guida. Alla partenza ho impostato la piattaforma MVICS (Motor & Vehicle Integrated Control System) su Normal e il traction control sul livello massimo (8). Il motore della Rivale un 798 cc da 125 cavalli mette subito a disposizione tutta la sua potenza, la moto risulta molto reattiva e scattante con un’erogazione fluida. Dopo qualche chilometro in sella si inizia a prendere confidenza con la moto, nonostante l’impostazione alta tipica da motard che personalmente non amo, ci si sente sicuri e si ha un’ottima facilità di piega. La moto risulta molto stabile e precisa sia in ingresso che in uscita di curva di sicuro aiutano anche gli ottimi pneumatici montati di serie dei Pirelli Diablo Rosso II. Il traction control al livello massimo è entrato in funzione un paio di volte ma su un fondo sconnesso in apertura di gas.

E’ stata la volta della modalità Sport, forse è stata solo una mia sensazione ma anche il suono della moto cambia. Nel tragitto pseudo cittadino su cui ho provato la moto e forse anche per colpa delle mie doti da pilota 🙂 non ho potuto apprezzare a pieno il motore ma la moto risulta molto più scattante sembra che la potenza a disposizione aumenti e non di poco.

Ultimo tratto percorso in modalità Rain. Ci si aspetterebbe una moto molto più tranquilla e meno potente ma non è così anche in questa modalità la potenza a disposizione è tanta quindi l’elettronica aiuta ma in caso di fondo stradale non perfetto si deve sempre prestare attenzione e non affidarsi solo all’eletronica.

L’acceleratore Full Ride By Wire mi è piaciuto con un’erogazione molto fluida e lineare non mi sono trovato molto a mio agio con la prima marcia che mi è sembrata molto forse troppo “nervosa”.

Ottima e potente la frenata grazie all’ottimo impianto Brembo.

Personalmente non amo le moto in stile motard la MV Agusta Rivale 800 mi ha sorpreso molto e mi è piaciuta molto, è una moto molto divertente con un motore molto potente e con prestazioni da vera sportiva. Forse non è la moto per fare tanti chilometri la sella scarsamente imbottita non è molto comoda e la scarsa protezione dall’aria alla lunga stancano.


Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi