Honda NM4 Vultus: una moto rivoluzionaria dall’identità unica

Sviluppata da un team di giovani progettisti Honda NM4 Vultus con la sua identità unica rappresenta un nuovo modo di intendere la moto, con linee ispirate dalle futuristiche moto dei film giapponesi anime e manga.
21/03/2014
3.643 Views
honda-nm4-vultus-laterale

Honda NM4 Vultus – Honda ha sempre fondato la creazione dei suoi nuovi modelli sull’innovazione, sulla ricerca delle nuove tendenze e sull’avanguardia tecnologica. In linea con questa tradizione, negli ultimi anni all’interno della Casa dell’Ala è sorto il desiderio di creare un nuovo modello che andasse oltre i confini attuali del modo di intendere la moto, e che avesse un’ identità unica, in grado di contraddistinguerlo nettamente e di collocarlo in una categoria a sé.

Le linee innovative della NM4 Vultus traggono ispirazione dalle futuristiche moto dei film giapponesi anime e manga. Altro elemento importante nella creazione della NM4 Vultus è stato il desiderio di creare un modello in grado di superare i confini tradizionali delle due ruote e di rivolgersi a un pubblico più ampio. Il progetto è stato portato avanti da un giovane team di progettisti 20-30 anni a cui è stata concessa la massima libertà di espressione. In questo senso, da parte di Honda, la NM4 Vultus rappresenta un grande gesto di fiducia nel futuro e lungimiranza creativa, il cui obiettivo è attirare una nuova generazione di motociclisti, oggi poco attratti dalla moto in senso tradizionale.

Keita Mikura, Large Project Leader (LPL) della NM4 Vultus:
“Honda è il più grande Costruttore del mondo. Produciamo tutti i tipi di motociclette. Ed è fantastico a volte decidere di realizzare un certo tipo di moto semplicemente perché possiamo e perché vogliamo farlo, non perché ce lo impone il mercato. La NM4 Vultus è nata da un desiderio profondo, particolarmente sentito all’interno della nostra azienda. Volevamo realizzare qualcosa di speciale, non solo per il mondo delle due ruote, ma che fosse davvero unico in senso assoluto: doveva essere un modello che toccasse le corde dell’’animo umano come nient’altro aveva fatto finora. Vogliamo che guidare una Honda NM4 Vultus sia un evento, un’esperienza speciale, ogni singola volta.”

Honda NM4 Vultus rappresenta una moto all’avanguardia, non solo per il design fuori dagli schemi, ma anche per la ricercatezza dei dettagli, che contribuiscono a creare un’esperienza di guida unica.

“Vultus”. In latino significa ‘aspetto’, ‘espressione’, ‘viso’. La nuova Honda NM4 Vultus, con il suo stile futuristico, il frontale con fari a LED e le linee da caccia invisibile Stealth, ha un look unico, inconfondibile, mai visto prima in nessun ambiente urbano che non fosse… lo scenario di un film anime!

In sella alla NM4 Vultus il pilota, perfettamente inserito nella moto, si avvantaggia di una posizione di guida assolutamente rilassata ma tuttavia dinamica, grazie al largo manubrio, alle ampie pedane avanzate e inclinate, e alla sella comodissima.

La nuova Honda NM4 Vultus ha un’aspetto imponente, la sezione trasversale anteriore misura 810 mm mentre la larghezza tra le estremità degli specchietti è di 933 mm. Bassa e lunga, ha la sella ad appena 650 mm da terra.

Le luci sono Full-LED, con un profilo blu che ne definisce il contorno e gli indicatori di direzione anteriori integrati nella carenatura.

honda-nm4-vultus-faro-anteriore

I vani portaoggetti sono ampi e numerosi, ricavati anteriormente all’interno della carenatura. Il vano sinistro, che si apre con la chiave di accensione, ha un volume di 1 litro ed è dotato di presa AC da 12V, particolarmente utile per ricaricare i dispositivi mobili. Il vano destro ha un volume di 3 litri e si apre premendo un pulsante incassato di forma triangolare.

La sella del passeggero, quando non viene utilizzata, può essere piegata e bloccata in posizione verticale diventando un comodo schienale per il pilota. Lo schienale può essere regolato su tre diverse inclinazioni e scorrere di 25 mm impostandolo su quattro diverse posizioni.

La retroilluminazione del cruscottocompletamente digitale cambia colore in base alla modalità di guida selezionataselezionata: grigio in N (Neutral, folle), azzurro in D (Drive), fucsia in S (Sport) e rosso in MT (Manual Transmission, manuale)manuale). Ma non basta! In alternativa iil pilota può scegliere tra altre cinque gamme di color per un totale di 25 tonalità diversediverse, in base alle proprie preferenze e al proprio stato d’animo.

honda-nm4-vultus-colorazioni-quadro

Honda NM4 Vultus si avvale di un compatto motore bicilindrico parallelo monoalbero a 8 valvole, raffreddato a liquido, da 745 cc con una coppia notevole e ottima potenza a tutti i regimi, con consumi ridottissimi ed emissioni limitate.

La potenza massima del motore è di 55 CV (40,3 kW) viene raggiunta a 6.250 giri/min, mentre la coppia massima è di ben 68 Nm ad appena 4.750 giri/min.

I consumi sono fenomenali 28,4 km/l nel ciclo medio WMTC. E con gli 11,6 litri di capacità del serbatoio l’autonomia è superiore a 300 km.

Il catalizzatore ad alta efficienza è situato subito a valle dei condotti di scarico, in modo da raggiungere la temperatura di esercizio rapidamente dopo le partenze a freddo, in modo da rientrare con ampio margine nei limiti della normativa Euro3.

Una moto all’avanguardia stilistica e tecnica come la nuova NM4 Vultus non poteva che avere l’eccezionale cambio sequenziale a doppia frizione Honda DCT (Dual Clutch Transmission), messo ulteriormente a punto per accelerazioni ancora più fluide e brillanti.

Il cambio sequenziale a doppia frizione Honda DCT esalta il piacere di guida perché offre sia le sensazioni di guida tipiche del cambio manuale sia due modalità totalmente automatiche che permettono di guidare pensando solo a gestire la manopola del gas. Il sistema sfrutta due frizioni coassiali: una per le partenze e quindi per la 1^, 3^ e 5^ marcia, l’altra per la 2^, 4^ e 6^ marcia. Preselezionando la marcia successiva tramite la frizione non in uso, il sistema è in grado di innestare elettronicamente e in modo istantaneo le marce garantendo un cambio di rapporto sempre rapido, fluido e senza interruzione dell’erogazione. Queste qualità rendono la guida piacevolissima in ogni situazione, e particolarmente confortevole quando si viaggia con il passeggero.

Le tre modalità del cambio Dual Clutch Transmission offrono tutta la flessibilità necessaria per assecondare i diversi stili di guida e per affrontare ogni situazione. La modalità Manuale (MT) permette di cambiare marcia agendo sulle apposite palette al manubrio, lasciando al pilota la scelta sul momento più opportuno per cambiare marcia, proprio come avverrebbe su una moto con tradizionale cambio manuale. La modalità automatica (AT) è disponibile in due funzionalità. Drive (D) è ideale per le andature turistiche, per i percorsi cittadini o le percorrenze autostradali, ed enfatizza inoltre l’efficienza nell’uso del carburante. In modalità Sport (S) il motore sale maggiormente di giri prima di cambiare, assicurando in questo modo accelerazioni brucianti, e in fase di rallentamento scala marcia con anticipo per un feeling più sportivo con maggior freno motore.

Infine, sia in modalità D che S, è sempre possibile un immediato intervento manuale se ritenuto necessario dal pilota: è sufficiente agire sulle palette al manubrio della modalità MT. In questo caso il ritorno alla modalità automatica avviene al momento
opportuno, per lasciare al pilota la libertà di affrontare una particolare situazione di guida, come un sorpasso o un tornante, nella marcia che preferisce, offrendogli al tempo stesso la comodità del ripristino automatico della modalità D o S precedente.

Nella modalità “D” inoltre, il sistema DCT rileva lo stile di guida del pilota e, in particolari condizioni, come ad esempio un’improvvisa richiesta di maggiore reattività (come per un sorpasso o semplicemente per un “prurito” sportivo) autoinstalla una mappatura intermedia dalla risposta più brillante, per disinserirla autonomamente appena il comportamento di guida si normalizza nuovamente.

I vantaggi del cambio Honda DCT sono innumerevoli e innegabili. La gestione elettronica impedisce qualsiasi errore nella gestione delle cambiate, ottimizza il regime di giri e quindi massimizza l’efficienza dei consumi, inoltre aumenta durata e affidabilità del motore, in quanto le due frizioni lavorano alternativamente dimezzando di fatto il deterioramento nel tempo delle stesse.

honda-nm4-vultus-muso

La guida agile nelle condizioni più svariate è garantita dal telaio in acciaio con struttura a diamante che offre elevati livelli di rigidità. Se pur con una posizione di guida rilassata e con un peso di 245 kg Honda NM4 Vultus vanta una perfetta distribuzione dei pesi, il 49% sull’asse anteriore e il 51% su quelloposteriore.

L’impianto frenante è dotato di un disco anteriore a margherita da 320 mm con pinza a doppio pistoncino e un disco posteriore da 240 mm con pinza a singolo pistoncino. Il sistema ABS a due canali evita il bloccaggio delle ruote su qualsiasi superficie, con particolare vantaggio sui fondi stradali scivolosi o bagnati.

Honda NM4 Vultus monta pneumatici ribassati sportivi nelle misure 120/70 ZR18 e 200/50 ZR17 su cerchi in alluminio pressofuso a 10 razze hanno dimensioni da maximoto (ant. 18” x 3,50 – post. 17” x 6,25).

L’equipaggiamento della nuova Honda NM4 Vultus potrà essere ulteriormente arricchito con:
– Parabrezza alto
– Manopole riscaldabili
– Valigie laterali
– Allarme

La nuova Honda NM4 Vultus sarà disponibile nella sola colorazione nero opaco.

Honda NM4 Vultus specifiche tecniche

Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi