Infiniti Pebble Beach Concept Teaser

Pebble Beach: Infiniti presenterà un prototipo dall’anima retrò

Al Concorso d’eleganza 2017 di Pebble Beach INFINITI svelerà un prototipo ispirato al suo patrimonio. L'ingegnosità e l'avventura dei primi motori sportivi si fondono con il linguaggio contemporaneo di design "Powerful Elegance" del marchio

Infiniti presenterà al Concorso di Eleganza di Pebble Beach un prototipo di vettura sportiva retrò. Tutto è partito da una semplice domanda, come spiega Alfonso Albaisa, Vice Presidente Senior, Global Design:

Tutto è iniziato con una semplice domanda: cosa succederebbe se avessimo trovato un’auto nella punta meridionale del Giappone, sepolta in un fienile, nascosta da tutti per 70 anni? Cosa succederebbe se in questa vettura avessimo individuato il seme della passione piantato durante il nostro primo Gran Premio giapponese unito al potere e all’arte di INFINITI oggi? Come verrebbe accolta questa scoperta?

Infiniti Pebble Beach Concept Teaser Dietro

Infiniti Pebble Beach Concept Teaser Dietro

Dalle prime immagini possiamo intravedere le linee classiche delle prime auto sportive, caratterizzate da linee fluide, ruote grandi e sottili influenzato dal “Powerful Design” Inifiniti. Cuore del veicolo la tecnologia elettrica EV di Infiniti. Non è ancora chiaro se il prototipo è viaggiante o meno, ma di sicuro le linee mi piacciono sono particolarmente intriganti.

Sometimes a story made becomes a story lived. We in design ran with a “little story” from Allyson Witherspoon requesting us to design a historic type of car, one that even though feels many decades old but somehow stays linked to our cars today. After looking around for seeds to ground the idea, we discovered we are now many decades after the first Japanese Grand Prix! That was enough for us! We designed a grand prix racer inspired and celebrating our pioneering engineers. Engineers and builders (Monozukuri) who during early industrialization of Japan could have been working on early cars, experimental planes, ships or any number of machines they dreamed of. As the story starts… Upon hearing about Japan’s first Grand Prix, our engineer ancestors made their way to the track. Wow! For the first time, they saw these thunderous machines! Man and machine as one storming the dusty track in Tamagawa. The sounds! The smell! The crowds! They see for the first time a Mercedes 174 or Bugatti racer! Just one glance and their passion to build, to break away from the bounds that hold us still was too powerful to contain. Their hearts raced to build one car, one car to best the best of the best. Even stopping here could have been special enough but…. Our Brothers and sisters at our Oppama factory, Advanced Engineering and Autech heard about our little project and much like the story, they were in! We made this beautiful thing together and as a result this part car part story became one car that made best the best in us. Thank you all for dreaming and doing!

A post shared by Alfonso Albaisa (@alfonsoalbaisa) on

Paolo Morandi

Da sempre amante di motori e web. Le quattro ruote le preferisco classiche piccole, veloci e possibilmente inglesi.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi