Fiat a “Auto e Moto d’Epoca”: il concetto di cabforward

fiat-600-multipla

Dal 25 al 28 ottobre si svolge a Padova “Auto e Moto d’epoca 2012”, la più importante manifestazione italiana per numero di auto esposte e di pubblico, oltre ad essere il principale mercato europeo grazie agli alti livelli di vendite.

Il tema conduttore dello stand Fiat è l’evoluzione del concetto di cabforward, un concetto di auto pensato per ottenere maggiore visibilità esterna e grande luminosità interna, oltre ad aumentare la sensazione di dominio della strada e la facilità di manovra di parcheggio. Da qui la scelta di esporre a Padova tre esemplari storici del modello Fiat 600 Multipla (1956-1960) – una classica Fiat 600 Multipla, una particolare Fiat 600 Multipla “Jolly” e una Fiat 600 Multipla “Taxi” – insieme alla nuovissima 500L, la nuova City Lounge Fiat che unisce l’iconicità dello stile 500 alla funzionalità del design Made in Fiat.

fiat-600-multipla-disegno-interni

Presentata al Salone di Ginevra del 1955, con la Fiat 600 nasce l’utilitaria a quattro posti comodi prodotta in grande serie: sono 950.000 le unità prodotte sino al 1960 anno di nascita della versione perfezionata ‘D’. L’anno successivo (1956) la Fiat 600 viene proposta anche nelle versioni a tetto apribile e ‘Multipla’ dal caratteristico aspetto a «muso schiacciato» . La «600. offerta a un prezzo inferiore a quello della «Topolino» è la prima vettura Fiat a motore decisamente sistemato in coda. Altre caratteristiche tecniche degne di nota sono le sospensioni a quattro ruote indipendenti e la carrozzeria a struttura autoportante. Insieme a queste vetture storiche è presente un esemplare di Fiat 500L, una nuova concezione di auto cittadina che riformula in chiave emozionale la categoria delle vetture compatte per la famiglia moderna, sviluppando in forme inedite alcuni tratti stilistici di 500.

La scelta di esporre una 500L sottolinea lo stretto rapporto tra il nuovo modello e proprio la 600 Multipla del 1956 in quanto la City Lounge Fiat recupera alcuni elementi “archetipali” nel segno della versatilità d’uso ma anche della sua particolare radice morfologica. Infatti, così come 600 Multipla fu l’antesignana del concetto di monovolume passeggeri compatto, 500L è la nuova interpretazione Fiat della filosofia Simply More applicato al concetto di Multispace. Sviluppata sul concetto di ‘spaceefficiency’, la 500L sa contenere tutti insieme i piccoli piaceri e le grandi emozioni della vita: i bambini, gli amici, i viaggi, la musica e la community.

In dettaglio, una delle peculiarità di FIAT 500L, perseguita sin dalle prime fasi di impostazione del packaging è l’estesa volumetria interna, ottenuta grazie ad un meticoloso compattamento delle parti meccaniche condiviso tra designer e ingegneri. Se l’impostazione generale dell’architettura del veicolo segue dunque i principi del ‘cabforward’, da cui deriva la riduzione della sezione della carrozzeria e del cofano frontalmente a vantaggio della disponibilità di spazio all’interno – in particolare all’altezza della linea di cintura e del padiglione – è soprattutto la vocazione “empatica” del design di 500L ad esaltare l’ergonomia complessiva della vettura. Inoltre, Fiat 500L vanta un’ampia visuale verso l’esterno e la migliore luminosità della categoria, grazie al tetto più grande del segmento – 1,5 metri quadri di superficie vetrata – e ai montanti del parabrezza opportunamente sdoppiati e assottigliati con evidenti vantaggi anche sotto il profilo della sicurezza attiva e passiva.

fonte: Comunicato Fiat Group


Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi