Superbike 2014: Gran Premio d’Australia

Riparte il Mondiale Superbike che si preannuncia più spettacolare e con tante novità come il ritorno alle corse di MV Agusta.
superbike-2014-phillip-island-laverty-podio

Superbike 2014 Phillip Island – Riparte lo spettacolo della Superbike come di consueto con il Gran premio d’Australia sul circuito di Phillip Island.

Il primo appuntamento della stagione mostra da subito che il Mondiale 2014 sarà più avvincente che mai con tante novità e una battaglia per il podio più agguerrita che mai.

Tra le novità più significative la presenza in pista delle moto EVO he preparano lo sviluppo per la prossima stagione e il ritorno alle gare della mitica MV Agusta.

Gara 1 mostra da subito che Aprilia inizia il Mondiale 2014 per vincere posizionando entrambi le moto in testa. Dietro a Guintoli e Melandri si posiziona Giugliano che sembra motivato a mostrare che quest’anno Ducati si vuole giocare il titolo. Dietro i tre a poca distanza un gruppo di piloti che danno vita ad una bella battaglia. Passa circa metà gara quando dal gruppetto degli inseguitori si stacca un pilota che vuole la sua rivincita, Laverty dopo essere stato scaricato da Aprilia che ha preferito Guintoli nonostante il suo secondo posto nel Mondiale 2013 parte all’inseguimento del gruppo di testa, non ci impiega moltissimo a riprenderli e dar vita ad una bella battaglia per la vittoria. Il pilota Irlandese si prende la sua rivincita con Aprilia portandosi in testa e vincendo con un distacco di quasi tre secondi. Un po’ in ombra la moto campione del mondo che fa il suo miglior piazzamento con Baz quinto, Sykes finisce solamente settimo. Ducati da dei bei segnali ma ancora non è in forma, Giugliano regge molto bene per circa metà gara dando l’impressione di potersi giocare il podio ma finisce quarto a quasi sette secondi dalla testa. Peggio Davies che al suo debutto in sella alla Ducati 1199 Panigale R finisce ottavo a più di venticinque secondi. Avvincente anche la battaglia tra le EVO che preannunciano un Mondiale 2015 spettacolare.

Gara 2 che parte come fotocopia di gara 1, le Aprilia davanti a tutti con Melandri in prima posizione seguite da Giugliano. Questa volta il gruppo rimane compatto con tutti che sgomitano per guadagnare posizioni, le Kawasaki decisamente più competitive così come Davies. Ma passa poco che uno strabiliante Laverty non si faccia sotto alle prime posizioni, sembra destinato a vincere anche gara 2 ma purtroppo viene beffato dalla sfortuna rompe il motore costringendolo al ritiro e facendo anche terminare la gara con sette giri di anticipo per aver perso olio in pista. Vince Guintoli che vuole sicuramente dimostrare ad Aprilia di non aver sbagliato a preferire lui a Laverty. Dietro al pilota Aprilia le Kawasaki che dimostrano di esserci ma ancora una volta il migliore è Baz che si aggiudica il secondo posto seguito dal Campione del Mondo Sykes. Giugliano fa il bis con un altro buon quarto posto mentre Melandri finisce solamente ottavo dopo aver commesso un errore che lo aveva fatto scivolare in quattordicesima posizione.

Risultati Gara 1

1E. LAVERTYVoltcom Crescent SuzukiSuzuki GSX-R1000
2M. MELANDRIAprilia Racing TeamAprilia RSV4 Factory
3S. GUINTOLIAprilia Racing TeamAprilia RSV4 Factory
4D. GIUGLIANODucati Superbike TeamDucati 1199 Panigale R
5L. BAZKawasaki Racing TeamKawasaki ZX-10R
6J. REAPATA Honda World SuperbikeHonda CBR1000RR
7T. SYKESKawasaki Racing TeamKawasaki ZX-10R
8C. DAVIESDucati Superbike TeamDucati 1199 Panigale R
9D. SALOMKawasaki Racing TeamKawasaki ZX-10R EVO
10N. CANEPAAlthea RacingDucati 1199 Panigale R EVO
11G. ALLERTONBMW Motorrad Italia SBKBMW S1000 RR EVO
12F. FORETMAHI Racing Team IndiaKawasaki ZX-10R EVO
13C. CORTIMV Agusta RC-Yakhnich M.MV Agusta F4 RR
14J. GUARNONIMRS KawasakiKawasaki ZX-10R EVO
15S. MORAISIRON BRAIN Grillini KawasakiKawasaki ZX-10R EVO
16I. TOTHBMW Team TothBMW S1000 RR
17A. YATESTeam Hero EBREBR 1190 RX
Non Classificati
RETA. ANDREOZZITeam PederciniKawasaki ZX-10R EVO
RETL. HASLAMPATA Honda World SuperbikeHonda CBR1000RR
RETA. LOWESVoltcom Crescent SuzukiSuzuki GSX-R1000
RETT. ELIASRed Devils RomaAprilia RSV4 Factory

Risultati Gara 2

1S. GUINTOLIAprilia Racing TeamAprilia RSV4 Factory
2L. BAZKawasaki Racing TeamKawasaki ZX-10R
3T. SYKESKawasaki Racing TeamKawasaki ZX-10R
4D. GIUGLIANODucati Superbike TeamDucati 1199 Panigale R
5J. REAPATA Honda World SuperbikeHonda CBR1000RR
6L. HASLAMPATA Honda World SuperbikeHonda CBR1000RR
7C. DAVIESDucati Superbike TeamDucati 1199 Panigale R
8M. MELANDRIAprilia Racing TeamAprilia RSV4 Factory
9T. ELIASRed Devils RomaAprilia RSV4 Factory
10D. SALOMKawasaki Racing TeamKawasaki ZX-10R EVO
11N. CANEPAAlthea RacingDucati 1199 Panigale R EVO
12F. FORETMAHI Racing Team IndiaKawasaki ZX-10R EVO
13A. LOWESVoltcom Crescent SuzukiSuzuki GSX-R1000
14S. MORAISIRON BRAIN Grillini KawasakiKawasaki ZX-10R EVO
15G. ALLERTONBMW Motorrad Italia SBKBMW S1000 RR EVO
16J. GUARNONIMRS KawasakiKawasaki ZX-10R EVO
17A. ANDREOZZITeam PederciniKawasaki ZX-10R EVO
18C. CORTIMV Agusta RC-Yakhnich M.MV Agusta F4 RR
19I. TOTHBMW Team TothBMW S1000 RR
20A. YATESTeam Hero EBREBR 1190 RX
Non Classificati
RETE. LAVERTYVoltcom Crescent SuzukiSuzuki GSX-R1000

fonte foto: www.suzuki-racing.com

Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi