Cagi-volt: Castiglioni ha annunciato il ritorno di Cagiva in versione Elettrica!

Se vi foste addormentati nel vostro letto da adolescente sognando una Cagiva Mito e vi foste risvegliati quasi trent'anni dopo potreste rimanere scioccati: non solo la Mito non è più prodotta ma il marchio sta rinascendo dopo un lungo periodo di pausa per produrre moto elettriche... niente panico, cerchiamo di capirci qualcosa in più.
04/04/2018
Cagiva Pista

Cagiva elettrica – Cosa ne pensiamo del ritorno di Cagiva? Ovviamente siamo contenti. Cosa ne pensiamo del rientro nel mercato del brand  per la produzione di mezzi elettrici? (Cagiva to Return as MV Agusta Electric Off-Road Motorcycle at EICMA 2018) Siamo onesti: non siamo così entusiasti ma forse perché siamo ancora troppo legati al sound e alle reazioni dei motori termici sulle moto… detto questo bisogna comunque fare delle opportune riflessioni.

Forse un marchio storico delle moto come quello fondato da Giovanni Castiglioni è uno dei pochi che può davvero osare tanto. Cagiva, al pari di Aprilia, ha sondato tantissimi settori del mercato e prodotto moto di ogni tipo e motorizzazione, a partire dalle ex AMF-Harley Davidson a due tempi passando dai bicilindrici Ducati  fino ai quattro cilindri Ferrari-MV senza contare l’ indimenticabile 125 Mito.

Cagiva Mito

Cagiva Mito

Cagiva ha corso in 500 con una fantastica 4 cilindri 2t ma ha gareggiato anche in fuoristrada nella estenuante Parigi Dakar con la Elefant motorizzata Ducati. La casa di Castiglioni ha prodotto moto monocilindriche per l’esercito italiano e naked di media e grossa cilindrata motorizzate Suzuki (la serie Raptor).

Non è quindi sicuramente il caso di gridare allo scandalo se a Varese si cerca un’altra strategia produttiva. Certo da Ducati o MV non ci aspetteremmo mai una moto a batterie ma Cagiva, visti i trascorsi di marchio polivalente e trasversale può di sicuro ritornare a tentare la via nuova e, come specifica Giovanni Castiglioni, fare due ruote giovani, divertenti e per la prima volta accessibili a tutti.

Cagiva Pista

Cagiva Pista

Secondo noi la chiave potrebbe proprio essere quella del prodotto accattivante ed economico che riesca ancora meglio di Tesla e prima dei vari concorrenti ad essere massivamente distribuito. Crediamo comunque che le unità propulsive e le batterie non siano prodotte in sede a Schiranna ma probabilmente soltanto assemblate sul lago di Varese.

Non ci resta che attendere il prossimo Eicma sperando che le nuove moto  marchiate Cagiva non siano delle vie di mezzo tra le biciclette e gli scooter ma invece, come si vocifera, delle vere e proprie enduro.

Da parte nostra speriamo che questi giocattolini tecnologici non siano troppo avanti fino al punto da far sentire inadeguati gli amanti delle due ruote scoppiettanti ed inquinanti; ad ogni modo saremo comunque contenti vedere una bella elettrica calcare le strade del varesotto e poi di tutta Italia fin oltre i nostri confini nazionali.

Voi cosa ne pensate di un elefantino silenzioso?

Mauro Di Mise

Motociclista da sempre, cresciuto a super e due tempi. Amo i motori belli con un suono appagante, ma sono anche attratto dalle nuove tecnologie.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi