Concordo d'Eleganza Villa d'Este 2012

Concorso d’eleganza Villa d’este: una domenica a Villa D’Erba

29/05/2012
1.811 Views
Ferrari-Villa-Este

Il Concorso d’eleganza di Villa d’este è una delle manifestazioni più importanti al mondo per auto d’epoca, concept e stile. Anche quest’anno non è stato da meno. La cornice splendida di Villa d’Erba non fa altro che sottolineare la bellezza delle automobili in gara: veicoli d’epoca come dicevamo di tutte le epoche ma anche concept car (come la Pininfarina Cambiano, la Rimac Concept One, la Rinspeed Dock-Go), quest’anno per la prima volta anche non marcianti.

Rispetto agli altri anni una disposizione diversa di veicoli e del palco per le sfilate della domenica, ma anche uno spazio più ampio per le moto (quest’anno è il secondo anno della manifestazione motociclistica) e uno spazio dedicato a tutte le auto “piccole”.

Ogni auto è ricca di storia e fa parte della storia dell’automobilismo. Simon Kidston, lo speaker ufficiale riesce sempre a sottolineare in pochi minuti pregi e rarità di ogni singolo veicolo e rappresenta veramente un plus della manifestazione.

Simon-Kidston-e-Carlo-Otto-Brambilla-Villa-DEste

La giuria quest’anno si è arricchita anche di giudici non proprio designer ma sicuramente grandi appassionati e conoscitori del mondo dell’auto come Nick Mason batterista dei Pink Floyd, che hanno saputo scegliere con maestria le diverse vincitrici delle classi e la Best in Show for Jury e che hanno altrettanto arricchito la presentazioni dei singoli modelli con curiosità e aneddoti spesso personali.

Il termine Eleganza non è usato a caso è forse la parola che meglio può descrivere la sensazione che si prova ad assistere anche semplicemente come pubblico ad uno degli eventi della storia dell’atuomobilismo. Forse solo alcuni concept sono risultati un po’ stonati…

Porsche-917-Le-Mans-Villa-DEste

Anche le auto più sportive e da competizione, come la Porsche 917 Le Mans o la Jaguar D Type, risultano in un contesto come quello di Villa d’Erba per una volta sotto lo sguardo di tutti più per le proprie linee che le proprie prestazioni.

Tanto Mondo nel Concorso d’Eleganza, ma a vincere quest’anno sono stati lo stile e il design Italiano sia nelle concept (Alfa Romeo 4C) sia tra le storiche Alfa Romeo 6C 1750 GS, 6a Serie Coupé, Figoni del 1933.

Paolo Morandi

Da sempre amante di motori e web. Le quattro ruote le preferisco classiche piccole, veloci e possibilmente inglesi.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi