MotoGP 2013: Gran Premio d’Australia

motogp-2013-phillip-island-podio

Sedicesimo appuntamento con il Mondiale MotoGP 2013 si corre sul circuito di Phillip Island.

Nel Gran Premio che avrebbe potuto consacrare in anticipo Marquez campione della MotoGP 2013 il giovane pilota spagnolo e il team Repsol Honda Team combinano un disastro che porta alla squalifica del pilota riaprendo così il mondiale.

Il Gran Premio di Australia è stato corso con l’inedita e, a mio avviso caotica, formula del cambio moto. Visto che le gomme non garantivano di terminare in sicurezza la gara la direzione gara a imposto che venisse effettuato un cambio moto che doveva avvenire non prima del nono giro, pena un ulteriore cambio moto, e non oltre il decimo, pena la squalifica. Evidentemente il team Honda non aveva molto chiaro il regolamento facendo rientrare Marquez nel corso dell’undicesimo giro decisione che lo ha portato alla squalifica. Piccolo disastro anche per l’altro pilota Honda, primo pilota a rientrare ai box per il cambio moto, arriva troppo veloce non rispettando il limite dei 60 km/h al rientro in pista e costretto per non incorrere in penalità a cedere una posizione.

Al via tutto come al solito Lorenzo prende la testa della gara e tenta la fuga inseguito da Marquez, Pedrosa e Rossi che battagliano per le posizioni ma da subito si delinea il solito gruppo di testa con i tre spagnoli e il solito gruppo degli inseguitori con Rossi, Crutchlow, Bautista e Smith. Il momento del cambio moto è stato il solo vero momento di spettacolo, Pedrosa rientra per primo sperando di trarne un vantaggio ma al giro successivo al rientro di Lorenzo il pilota Yamaha riguadagna subito la testa della gara e comuqnue Pedrosa è costretto a cedere la posizione a Marquez. Brivido al giro successivo quando Marquez, dopo il cambio moto, torna in pista si scontra con Lorenzo, non è ben chiaro se il pilota Yamaha arriva lungo o il pilota Honda chiude la traiettoria a Lorenzo.

Risultati

Pos. Pilota Team Moto
1 Jorge LORENZO Yamaha Factory Racing Yamaha
2 Dani PEDROSA Repsol Honda Team Honda
3 Valentino ROSSI Yamaha Factory Racing Yamaha
4 Cal CRUTCHLOW Monster Yamaha Tech 3 Yamaha
5 Alvaro BAUTISTA GO&FUN Honda Gresini Honda
6 Bradley SMITH Monster Yamaha Tech 3 Yamaha
7 Nicky HAYDEN Ducati Team Ducati
8 Andrea IANNONE Energy T.I. Pramac Racing Ducati
9 Andrea DOVIZIOSO Ducati Team Ducati
10 Randy DE PUNIET Power Electronics Aspar ART
11 Aleix ESPARGARO Power Electronics Aspar ART
12 Colin EDWARDS NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki
13 Yonny HERNANDEZ Paul Bird Motorsport ART
14 Hector BARBERA Avintia Blusens FTR
15 Danilo PETRUCCI Came IodaRacing Project Ioda-Suter
16 Luca SCASSA Cardion AB Motoracing ART
17 Claudio CORTI NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki
18 Michael LAVERTY Paul Bird Motorsport PBM
19 Lukas PESEK Came IodaRacing Project Ioda-Suter
20 Hiroshi AOYAMA Avintia Blusens FTR
21 Damian CUDLIN Paul Bird Motorsport PBM
Non classificato
Bryan STARING GO&FUN Honda Gresini FTR Honda
Marc MARQUEZ Repsol Honda Team Honda

fonte foto: motogp.com

Stefano Lombardi

Due ruote qualche curva e ci si dimentica tutto. In sella ad una moto i problemi non esistono sempre che non sei in mezzo al traffico.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi